Case gratis in cambio di volontariato, l’offerta in Trentino

Case gratis in cambio di volontariato, l’offerta in Trentino

Offerte case gratis in un paesino del Trentino in cambio di attività di volontariato, a lanciare il bando il Comune di Luserna.

Case gratis in cambio di volontariato. L’offerta arriva da un paesino situato in Trentino, nell’area degli Altipiani Cimbri. A Luserna il Comune ha deciso di offrire 4 anni di affitto a tutti coloro che vorranno rimboccarsi le maniche e contribuire al benessere collettivo. Questo l’oggetto dell’iniziativa “Coliving, collaborare, condividere, abitare”, il cui bando è stato da poco reso pubblico.

Quattro anni da trascorrere in un’area caratterizzata dalla natura, dal verde, dai monti e dalle valli del Trentino. Luserna è un piccolo Comune di 300 abitanti che si trova incastonato tra Lavarone, da cui si accede al paesino, Folgaria e Passo di Vezzana. A promuovere il bando, oltre all’amministrazione comunale lusernese, anche la Provincia autonoma di Trento, la Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri e la ITEA SpA.

Moliose

Come si legge sul sito della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri:

Il progetto punta a invertire le tendenze di spopolamento della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri, andando a proporre delle azioni integrate inerenti i temi dell’abitare e della valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico non utilizzato.

Offrendo alle giovani famiglie le condizioni ideali per diventare autonome, costruire un progetto di vita di coppia e contribuire allo sviluppo e alla vita di un territorio montano. Le famiglie troveranno un valido supporto e saranno accompagnate nel loro percorso dall’esperienza e dalla professionalità degli operatori della Fondazione Franco Demarchi.

Case gratis a Luserna, il bando

Il bando mette a disposizione case gratis per 4 nuclei familiari, con o senza figli. La scadenza è fissata al 3 agosto 2020, mentre il primo requisito per rispondere all’annuncio è quello di avere meno di 40 anni. Occorre inoltre non aver risieduto nella Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri negli ultimi due anni, e avere un reddito minimo proporzionato alla dimensione del nucleo familiare.

Qualora alla scadenza del bando non vengano assegnati tutti gli alloggi, le case rimanenti verranno concesse estendendo i requisiti agli over 40 con almeno un figlio (età massima 18 anni) o a chi ha risieduto nel territorio nei due anni precedenti.

Il volontariato richiesto riguarderà piccoli lavori di bricolage o di manutenzione, corsi Yoga o anche l’aiuto compiti. Occorre infine ricordare che nell’area è ampiamente diffuso il cimbro, dialetto con forti componenti bavaresi (tedesche) parlato dalla maggioranza della popolazione.

Fonte: Altipiani Cimbri

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle