• GreenStyle
  • Salute
  • Carnitina per dimagrire: dove si trova, benefici ed efficacia

Carnitina per dimagrire: dove si trova, benefici ed efficacia

Carnitina per dimagrire: dove si trova, benefici ed efficacia

Fonte immagine: Istock

La carnitina è il composto simil-vitaminico responsabile del trasporto degli acidi grassi a lunga catena nelle unità cellulari di produzione dell'energia.

Scoperta nel 1905 osservando la composizione dei tessuti muscolari, in merito alla sua importanza metabolica, la carnitina venne battezzata vitamina BT. Il nostro organismo è in grado di produrla soddisfacendo pienamente le richiede metaboliche. Aiuta a bruciare i grassi e riattiva il metabolismo: utile per dimagrire questa sostanza può aiutarci davvero nel nostro intento; ecco dove trovarla e come consumarla!

Dove si trova la carnitina?

Che cos'è la carnitina?
Fonte: Istock

La carnitina svolge a tutti gli effetti il ruolo di “veicolo” per gli acidi grassi. Quest’ultimi grazie proprio alla carnitina, penetrano nel mitocondrio e vengono degradati, producendo energia. Di conseguenza tale sostanza svolge un ruolo cardine nel dimagrimento, accelerando il metabolismo; si tratta dunque solo di questo? No  affatto! La carnitina offre anche un valido contributo  alla salute dell’apparato cardiovascolare, proteggendo l’organismo da malattie come infarto, aritmie e insufficienza cardiaca. In più contribuisce ad abbassare il livello di colesterolo e trigliceridi, svolgendo un effetto positivi sui muscoli e sul sistema nervoso. Ma attenzione perché secondo gli esperti andrebbero assunti ogni giorni 80 mg di carnitina per ogni kg di peso corporeo.

La carnitina si trova soprattutto nella soia, ma anche in latticini e carne rossa. Chi segue un regime di vita vegano o vegetariano può trovarla anche in legumi, banane, carciofi, broccoli, asparagi, carruba e albicocche. In commercio esistono numerosi integratori a base di carnitina che consentono di assumerla sotto forma di barrette, fiale, bevande oppure polvere. Mai vista in farmacia o erboristeria?

L’unico consiglio è quello di rivolgersi ad uno specialista e farsene prescrivere le quantità giuste perché in caso di errato dosaggio può portare importanti effetti collaterali: dai crampi addominali alla diarrea, passando per la nausea e il vomito. Infine questo integratore alimentare è sconsigliato per le donne in gravidanza e in allattamento, ma soprattutto per chi soffre di diabete, visto che la carnitina interagisce con il metabolismo del glucosio. Il deficit di carnitina è spesso legato a malattie genetiche o secondario al trattamento con farmaci o ad aumentata perdita renale e malassorbimento. La sua carenza può essere legata a numerose patologie a carico del cuore che risponderanno bene all’integrazione con carnitina. Infine è bene ricordare che gli effetti benefici della carnitina sulla stanchezza fisica e mentale la rendono preziosa per integrare l’alimentazione nei momenti di stress fisico e mentale e nei passaggi di stagione più delicati. Soprattutto in questo periodo di grande preoccupazione può essere utile per mantenere attivo il metabolismo e la mente.

 

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: settima lezione