Carne: stop al consumo può prevenire un terzo delle morti premature

Carne: stop al consumo può prevenire un terzo delle morti premature

Secondo uno studio condotto da Harvard, almeno un terzo delle morti premature potrebbe essere prevenuto se solo le persone rinunciassero alla carne.

Almeno un terzo delle morti premature potrebbe essere prevenuto se tutte le persone rinunciassero alla carne adottando dunque una dieta vegetariana, i cui benefici sono stati ampiamente sottovalutati, secondo uno studio condotto dagli scienziati di Harvard.

Dati recenti hanno suggerito che solo prendendo come esempio la Gran Bretagna ben 141 mila decessi ogni anno dovuti a cause come alcol, fumo e obesità sarebbero potuti essere prevenuti, ma la nuova ricerca indica che almeno 200 mila vita potrebbero essere salvate se solo le persone dicessero addio alla carne e agli alimenti di origine animale. Ha spiegato il dottor Willet della Medical School di Harvard che:

Abbiamo appena fatto alcuni calcoli sulla questione di quanto potremmo ridurre la mortalità spostando verso un una dieta sana, più vegetale, non necessariamente totalmente vegana, e le nostre stime dicono che circa un terzo dei decessi potrebbero essere prevenuti. […] Una dieta sana è correlata a un minor rischio di quasi tutto ciò a cui andiamo incontro.

Anche altri medici concordano con tale ipotesi, affermando che i benefici per la salute del vegetarianismo sono stati sottovalutati e ridimensionati. Se i carboidrati hanno un impatto sullo zucchero che circola nel sangue, pare che gli esseri umani farebbero meglio a seguire una dieta ricca di frutti e verdure piuttosto che una dieta paleo o similare che taglia i carboidrati, ma consente la carne.

Seguici anche sui canali social