• GreenStyle
  • Pets
  • Carne di cane, torna il festival di Yulin: già salvati 62 animali

Carne di cane, torna il festival di Yulin: già salvati 62 animali

Carne di cane, torna il festival di Yulin: già salvati 62 animali

Fonte immagine: Pexels

Torna il festival della carne di cane a Yulin, in Cina: Humane Society International ha già provveduto al salvataggio di 62 quadrupedi.

Nonostante le proteste internazionali, e le numerose campagne di sensibilizzazione avviate negli ultimi anni, anche per il 2019 il festival della carne di cane di Yulin è stato rinnovato. Dal 21 al 30 giugno, infatti, nell’omonima città cinese si festeggerà l’arrivo dell’estate consumando grandi quantità di carni provenienti da quadrupedi, nella maggior parte dei casi allevati in gabbie anguste, privati del minimo igiene e macellati senza alcuna forma di stordimento. Humane Society International, tuttavia, ha già annunciato di aver tratto in salvo i primi 62 cani.

Il consumo della carne di cane è molto radicato nella tradizione di alcune zone della Cina, come nel sud del Paese: secondo la credenza popolare, le ricette basate su questo alimento aiuterebbero il fisico a resistere alla calura estiva, rafforzandolo. Negli ultimi anni, sia come conseguenza delle pressioni internazionali che della sensibilizzazione a livello locale, anche in Cina i cani sono sempre più diventati animali unicamente da compagnia, un miglioramento che non ha però ancora condotto alla chiusura del tristemente noto festival. I quadrupedi, spesso ammassati in strettissime gabbie, passano la loro vita senza poter socializzare e in condizioni igieniche non sufficienti, per essere poi macellati sul posto, spesso a lato delle strade.

Grazie anche alla segnalazione di alcuni attivisti locali, negli ultimi giorni i volontari di Humane Society International sono stati in grado di salvare ben 62 quadrupedi, così come riferisce Il Sole 24 Ore. Gli esemplari, di piccola e media taglia, presentavano collari e altri accessori di riconoscimento: si sospetta, di conseguenza, che i quadrupedi siano stati sottratti ai legittimi proprietari, con una razzia avvenuta all’interno dei giardini delle abitazioni.

Come spiega la stessa Humane Society International, per quanto il consumo di carne di cane avvenga per tradizione in alcune zone della Cina, così non accadrebbe per il festival. Si tratterebbe, infatti, di una semplice trovata commerciale per aumentare le vendite di questa carne:

Non è un festival tradizionale ma è stato inventato solo nel 2010 dai commercianti che tentavano di aumentare le vendite di carne di cane. Non esisteva, qui, una storia di macellazione e consumo di cani di massa.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…