• GreenStyle
  • Pets
  • Carne di cane: cani storditi con dardi e rubati ai proprietari

Carne di cane: cani storditi con dardi e rubati ai proprietari

Carne di cane: cani storditi con dardi e rubati ai proprietari

Fonte immagine: Pixabay

Carne di cane, sempre più quadrupedi vengono storditi con dardi elettrificati e sottratti ai proprietari: vengono poi condotti ai macelli e uccisi

Il mercato della carne di cane continua a proliferare, nonostante il recente cambio di rotta voluto da numerosi Paesi asiatici. È quanto dimostra l’ultimo report proveniente dal Vietnam, dove sempre più quadrupedi domestici vengono sottratti ai loro proprietari per essere portati ai macelli. E tutto avviene in modo molto crudele, con il ricorso a dardi elettrificati.

A darne notizia è l’associazione animalista Fight Dog Meat che, negli ultimi giorni, ha condiviso delle immagini drammatiche. I cani vengono colpiti con dardi elettrificati, simili ai taser in dotazione alla polizia, e una volta persi i sensi vengono sottratti dai loro giardini.

Carne di cane: il dramma dei furti

Il resoconto è a dir poco drammatico. L’unico episodio confermato dall’associazione riguarda un piccolo cane domestico, momentaneamente legato con il suo guinzaglio dai proprietari a un inferriata. Due malintenzionati a bordo di un motorino si sono avvicinati al quadrupede e, dopo averlo stordito con un taser, hanno deciso di sottrarlo alla sua famiglia.

I cani catturati in questo modo sarebbero poi condotti ai macelli e, una volta uccisi, la loro carne verrebbe venduta illegalmente ai tanti ristoranti della zona. Alta anche la richiesta da parte di consumatori privati, i quali desiderano proseguire una tradizione ormai da tempo sconsigliata dal governo centrale.

Vietnam: leggi più stringenti

Il mercato nero della carne di cane continua a prosperare, tuttavia le autorità del Vietnam hanno ormai deciso da tempo di imboccare una strada diversa. Diversi mesi fa, infatti, il governo ha avviato una campagna di sensibilizzazione per scoraggiare il consumo della carne di quadrupedi domestici, poiché dannosa per lo sviluppo economico del Paese. Secondo il Governo, questa tradizione sarebbe vista negativamente dai turisti occidentali e, per questo motivo, potrebbe minare una delle fonti più importanti di reddito per tante famiglie vietnamite.

Eppure gli appelli non sembrano aver sortito grande successo, poiché il mercato nero rimane molto fiorente, soprattutto nelle aree più periferiche del Paese. Secondo Fight Dog Meat, ristoratori e commercianti si sarebbero rivolti a vere e proprie organizzazioni criminali per i loro scopi. Non a caso, l’uso di taser e il furto di cani di proprietà appare come sistematico e ben pianificato.

Di seguito il video incriminato, la cui visione è sconsigliata a un pubblico sensibile:

Fonte: Il Messaggero

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…