• GreenStyle
  • Pets
  • Carne di cane: anche parte dell’India impone lo stop al consumo

Carne di cane: anche parte dell’India impone lo stop al consumo

Carne di cane: anche parte dell’India impone lo stop al consumo

Fonte immagine: Pixabay

Carne di cane, parte dell'India impone lo stop al consumo: un grande traguardo raggiunto nel Nagaland, così come spiega Human Society International.

Carne di cane: anche parte dell’India opta per il divieto, dopo le recenti leggi approvate in Cina. È quanto accade nello stato del Nagaland, dove ogni anno più di 30.000 quadrupedi vengono macellati a scopo alimentare. Le autorità locali hanno deciso di vietarne il consumo, sia per ragioni di sicurezza che per l’urgente necessità di considerare questa specie come esclusivi animali da compagnia.

Pochi giorni fa, il governo del Nagaland ha deciso di vietare formalmente il consumo, l’importazione e il commercio di carne di cane, così come la vendita di esemplari vivi destinati ai macelli. Una scelta accompagnata da un nuovo corpo di leggi, con aspre sanzioni per tutti i trasgressori.

Carne di cane: il parere di HSI

Massima soddisfazione è stata espressa dalle associazioni animaliste locali. Alokparna Sengupta, managing director per la divisione indiana di Humane Society International, ha così spiegato:

La sofferenza dei cani nel Nagaland ha tempo steso una scura ombra sull’intera India. Questa notizia segna un punto di svolta nel nascosto mercato indiano della carne di cane. Le nostri indagini nel Nagaland hanno dimostrato come cani terrorizzati siano sottoposti a uccisioni cruente, le peggiori violenze che HSI India abbia mai potuto testimoniale. E i cani che abbiamo salvato da questo commercio hanno dovuto imparare nuovamente a fidarsi dell’uomo, dopo il crudele trattamento che hanno subito.

Humane Society International è stata molto attiva nell’esporre il mercato della carne di cane in India, tanto da sollevare le attenzioni della parlamentare Maneka Sanjay Gandhi. Così ha proseguito Sengupta:

Ci congratuliamo con il governo del Nagaland e offriamo il nostro supporto affinché questo divieto venga robustamente implementato. Il governo del Nagaland ha dimostrato una grande capacità di leadership e chiediamo agli altri stati – come Mizoram, Tripura, Arunachal Pradesh – di seguirne l’esempio, optando per un divieto alla carne di cane.

Fonte: VegNews

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle