Carenza di vitamina D: quali rischi comporta

Carenza di vitamina D: quali rischi comporta

Fonte immagine: picjumbo_com / Pixabay

La carenza di vitamina D può comportare diversi rischi, tra i quali tempi più lunghi nella guarigione delle ferite da bruciature e infezioni.

La carenza di vitamina D comporta molti rischi, tra i quali una più difficile guarigione delle ferite provocate da ustioni e l’insorgenza di infezioni pericolose. Questa importante sostanza per il nostro organismo viene prodotta quando la pelle entra in contatto con il sole.

Ultimamente il professor Janet Lord dell’Institute of Inflammation & Aging di Birmingham ha fatto presente, rifacendosi ad alcuni studi, che spesso una carenza di vitamina D è proprio l’elemento che molti medici trascurano. È stato appurato che gli integratori di vitamina D possono essere utili per velocizzare il tempo che serve a guarire dalle ustioni. Inoltre questi prodotti aiuterebbero ad evitare la permanenza di cicatrici. Ecco a quali conseguenze si può arrivare, se nel nostro corpo i livelli di vitamina D sono molto bassi.

  • I bassi livelli di vitamina D sarebbero connessi ad una maggiore mortalità in seguito ad ustioni e ad un ritardo nella guarigione delle ferite.
  • La vitamina D contribuisce a ridurre l’infiammazione e il gonfiore dopo le scottature, anche quando queste sono provocate dai raggi del sole.
  • La vitamina D, secondo recenti studi, i cui risultati sono stati presentati alla conferenza annuale Society for Endocrinology a Harrogate, aiuterebbe nel recupero di lesioni da bruciature. I ricercatori si sono occupati di monitorare nel corso di un anno 38 pazienti che avevano subito gravi ustioni. Hanno registrato i loro livelli di vitamina D e hanno scoperto che le persone con più alti livelli di questa sostanza sono guarite più in fretta e hanno riportato meno complicazioni.
  • Una carenza di vitamina D può portare a dei deficit nel sistema immunitario, ad una maggiore esposizione alle malattie cardiache, all’asma, all’influenza e alla depressione.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sostenibilità in agricoltura: intervista a Carlo Alberto Pratesi