Cannucce di plastica: il gadget di Trump contro gli ambientalisti

Cannucce di plastica: il gadget di Trump contro gli ambientalisti

Fonte immagine: iStock

Trump ha deciso di puntare sulle cannucce di plastica come gadget elettorale, un modo per andare contro gli ambientalisti.

“Make straws great again” cioè “Facciamo tornare nuovamente grandi le cannucce”,  parafrasando il suo stesso slogan “Facciamo tornare di nuovo grande l’America”, così Trump cita se stesso e lancia la nuova campagna per la sua rielezione del 2020.

Servivano fondi e Brade Blakeman, il suo stratega per la comunicazione, ha di nuovo centrato l’obiettivo: in due settimane sono state vendute 140mila cannucce di plastica incassando 200mila dollari: i sostenitori di Donald hanno risposto all’appello ed ora hanno una bella cannuccia rossa con la scritta Trump incisa al laser, un pacco da 10 cannucce per 15 dollari.

Un modo per provocare gli ambientalisti ai quali Donald ha detto senza mezzi termini, attraverso l’emittente NPR (National Public Radio): “Sono stufo delle cannucce in carta e sicuramente lo sarete anche voi!  Non funzionano, cadono a pezzi all’istante, proprio come la maggior parte delle idee Liberal”. Levata di scudi della stampa avversaria che sul simpatico gadget nutre qualche perplessità vista l’ormai acclarata pericolosità della plastica per il pianeta. Ariel Hayes dell’organizzazione ambientalista Sierra Club ha detto che “ancora una volta Trump ci ricorda di essere il peggior presidente per l’ambiente di tutta la storia”.

In realtà questa campagna andrà sicuramente a rafforzare quanto già pensano gli elettori repubblicani, convinti che il surriscaldamento climatico e tutti gli inutili allarmismi ecologisti siano solo inutili ostacoli alla redditività delle imprese. Elettori dunque ben rappresentati da Trump che “dimostra il totale disinteresse per le sorti del pianeta” come sottolinea Dune Ives, direttrice di Lonely Whale.

La replica di Blakeman, già consigliere di Bush Junior, è in linea col principio della campagna provocatoria: “Le cannucce sono l’amo per evidenziare le politiche ambientali sbagliate della sinistra, il simbolo dell’ipocrisia”. Può darsi, però una cannuccia impiega sempre circa 500 anni per scomparire definitivamente dall’ambiente, anche con la scritta Trump in sovraincisione.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente