• GreenStyle
  • Pets
  • Cani in spiaggia, parla il TAR: i Comuni non possono vietarli

Cani in spiaggia, parla il TAR: i Comuni non possono vietarli

Cani in spiaggia, parla il TAR: i Comuni non possono vietarli

Fonte immagine: Pexels

Il TAR del Lazio ha spiegato come i Comuni non possano vietare in assoluto la presenza di cani sulle spiagge: ecco perché.

I Comuni non possono vietare l’accesso dei cani in spiaggia. È la decisione del TAR del Lazio, così come riporta il Corriere della Sera, pronto a sottolineare come la presenza dei quadrupedi lungo il litorale non possa essere bandita dalle amministrazioni locali.

La decisione è contenuta nella sentenza 176 dell’11 marzo 2019, in merito a un’ordinanza del Comune di Latina, che aveva deciso di vietare i cani in spiaggia durante l’intera stagione balneare, anche se provvisti di museruola e guinzaglio. Secondo i giudici, si tratterebbe di una scelta “irragionevole e illogica”, anche e soprattutto poiché i comuni stessi hanno il potere di individuare delle aree apposite da destinare all’accoglienza dei quadrupedi lungo i litorali. Stando a quanto deciso dal TAR, come in un caso analogo avvenuto in Calabria nel 2014:

L’amministrazione avrebbe dovuto valutare la possibilità di perseguire le finalità pubbliche del decoro, dell’igiene e della sicurezza mediante regole alternative al divieto assoluto di frequentazione delle spiagge, ad esempio valutando se limitare l’accesso in determinati orari, o individuare aree adibite anche all’accesso degli animali, con l’individuazione delle aree viceversa interdette al loro accesso.

In altre parole, non può essere imposto un divieto assoluto alla permanenza dei cani sul bagnasciuga: i Comuni possono optare per la definizione di aree apposite o, ancora, limitarne l’accesso in certi orari o in determinate situazioni. Ancora, negare perennemente l’accesso inciderebbe negativamente anche “sulle libertà dei proprietari dei cani”, creando diseguaglianze con il resto della popolazione.

A margine di questa decisione, è utile ricordare come sulla spiaggia sia necessario sempre mantenere sotto controllo il proprio animale domestico, affinché non sia di disturbo per gli altri bagnanti, dotandosi anche di opportuni strumenti con il guinzaglio. È quindi necessario raccogliere le deiezioni e lasciare il litorale pulito, nonché ridurre schiamazzi e rumori che potrebbero rendere difficile il riposo.

Fonte: Corriere della Sera

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!