Cani e soffocamento: cause, soluzioni e prevenzione

Cani e soffocamento: cause, soluzioni e prevenzione

Fonte immagine: Pexels

La voracità del cane potrebbe spingerlo a inghiottire oggetti non consoni causandogli il soffocamento: osservare i sintomi è fondamentale per intervenire.

L’ingordigia del cane e la sua natura curiosa lo spingono ad assaggiare e inghiottire tutto ciò che gli capita a tiro: non solo bocconi di cibo troppo grossi, ma anche stoffe, sassi, pezzi di scarpe e qualsiasi oggetto risulti appetibile. Un atteggiamento da monitorare con cura perché potrebbe causargli diverse problematiche, non solo di tipo intestinale: potrebbe infatti favorire il soffocamento. Il proprietario deve captare i segnali per tempo senza confondere la problematica con una normale tosse oppure il rigurgito da cibo: ecco come.

Soffocamento, cause

Tutto ciò che può ostruire, bloccare e incastrarsi nella trachea può causare il soffocamento del cane, bloccando di fatto le capacità respiratorie dello stesso. A favorire la problematica può essere un oggetto piccolo, un pezzo di stoffa, del cibo non adeguatamente masticato o troppo grosso, quindi un gioco o una pallina, dei sassi o legni, ma anche monete, batterie, palloncini, nonché un alimento consumato che ha cambiato forma, come ad esempio un osso rosicchiato. L’animale lo ingurgita senza masticare agevolando la possibilità che si incastri nella trachea. Inoltre, il soffocamento può essere causato da una reazione allergica o da un trauma, una condizione in grado di gonfiare rapidamente i tessuti impedendo così il passaggio dell’aria.

I sintomi più comuni

Cane

I sintomi sono immediati: il cane tossisce continuamente cercando di eliminare la problematica, ansima e fatica a respirare. La situazione potrebbe mostrare una gravità differente in base all’oggetto ingurgitato, ma la ripetitività del gesto è il segno inequivocabile di un disagio in corso. Il cane potrebbe anche barcollare, perdere i sensi fino a svenire o smettere di respirare: in alcuni casi potrebbe procurarsi il vomito rigurgitando cibo, bile oppure semplicemente schiuma.

Soffocamento, rimedi e soluzioni

La tempestività dell’intervento è fondamentale per la salvezza del cane, insieme a un comportamento calmo, da mettere in atto per supportare l’amico durante le prima fasi. Per prima cosa bisogna aprire la bocca cercando di individuare la causa dell’ostruzione per estrarla, eliminando anche il collare che potrebbe impedire la pratica. Se l’esito è negativo, è necessario condurre il cane dal veterinario con estrema urgenza. Il medico effettuerà subito un controllo rapido con relativa visita orale, se necessario con blanda sedazione per effettuare anche un’ecografia.

È molto importante agire solo se si è consapevoli della fisionomia del cane, senza danneggiare elementi fondamentali come ad esempio delle piccole ossa a sostegno della lingua, inoltre in caso di svenimento e di assenza respiratoria è necessario praticare consapevolmente una compressione toracica. Anche in questo, è necessario agire in modo preciso e funzionale, oppure trasportare il cane dal medico, avendo cura si sollevare la parte posteriore, così che la testa sia rivolta verso il basso.

La manovra di Heimlich per cani

Occhio cane

Se tutti i rimedi illustrati non funzionano, si può intervenire con la manovra di Heimlich ma per cani, basta afferrare il cane per la vita sollevando le zampe posteriori in un abbraccio. Con una mano chiusa a pugno cinta dall’altra, ci si posizioni sotto le costole all’inizio del ventre: si praticano ripetute compressioni osservando se dalla bocca viene eliminato l’oggetto incriminato. Anche in caso di successo è sempre bene portare il cane dal veterinario per un controllo ulteriore: se non si conosce la manovra, non è utile improvvisa ma affidarsi subito al medico.

Prevenzione e benessere

Perché il cane non cada vittima della problematica è necessario monitorarlo costantemente, così che gli risulti impossibile accedere ad alimenti e oggetti pericolosi. Oltre a tagliare il cibo in funzione di una buona e corretta masticazione, è utile osservarlo mentre mastica le ossa di pelle, sottraendole se risultano pericolose. Vietate le ossa di pollo, coniglio e facili alla rottura: meglio invece insegnargli il comando che lo educhi al rilascio dell’oggetto incriminato.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!