• GreenStyle
  • Pets
  • Cani: i segnali e le condizioni di ansia più comuni

Cani: i segnali e le condizioni di ansia più comuni

Cani: i segnali e le condizioni di ansia più comuni

Fonte immagine: freestocks.org via Pexels

Il cane può mostrare uno stato di ansia piuttosto persistente, per lenire la sua angoscia è importante individuare le cause scatenanti e le problematiche.

L’ansia è una condizione che può colpire anche il cane di casa, aumentando la sua sensazione di paura, lo stress e il disagio nei confronti del resto del mondo circostante. Il quadrupede la esterna in modo fisico con tremori, angoscia ma anche abbaiando e morsicando oggetti e mobili. Identificare la causa è importante, così da ridimensionare lo stress e riportando l’amico verso una condizione di pace interiore.

Assenza

La lontananza, causata dal lavoro e dagli impegni, crea assenza: il cane si sente solo e abbandonato. Ad aumentare lo stress sono i saluti che vengono lanciati verso di lui prima di chiudere la porta, per questo è bene uscire più volte quasi ignorandolo. Per poi rientrare, a fine giornata, in modo tranquillo senza eccedere con vezzeggiativi e festeggiamenti ma aspettando qualche minuto prima di interagire.

Lutto o separazione

Cane cuccia

La morte di un familiare, magari il capobranco, può agevolare l’aumento di ansia nel cane. La sua assenza è fonte di dolore e sofferenza e l’amico si sente confuso e smarrito. Un discorso simile vale per l’amico umano che cambia casa, rendendo così tangibile la sua assenza nel quotidiano. Rendere le sue giornate più serene è l’obiettivo, magari aiutandolo a sfogare l’angoscia con lunghe e stancanti camminate e tanto gioco.

Cambio di casa

Un nuovo ambiente una nuova dimora possono destabilizzare Fido, è importante rendere il passaggio di casa il meno traumatico possibile giocando e intrattenendolo il più possibile. Un profumo familiare spruzzato nell’aria, una serie di giochi o di oggetti comodi da sistemare nelle zone più tranquille, tutto può servire per permettere al cane di familiarizzare con il nuovo ambiente.

Adozione

Cane

Il cane ha cambiato troppe case, quindi è passato per tante adozioni e proprietari? Questo può aver inciso sul suo animo e sul suo atteggiamento, rendendolo più insicuro e stressato. Può aver attraversato varie dinamiche relazionali, dalle più soft alle meno educative, uscendone più provato e ansioso. Offrirgli stabilità è tutto, uno spazio che sia solo suo con la presenza di qualche bocconcino, di un giochino o di un indumento che conservi il profumo del nuovo amico umano. Rassicurazioni semplici ma importanti che lo faranno sentire subito a casa.

Routine e rumori

L’ansia può nascere anche dall’interruzione della routine quotidiana, specialmente durante le pause estive o natalizie con cambi di orari e abitudini. Meglio mantenere inalterate le dinamiche del quotidiano senza modificare troppo gli impegni di Fido. Un altro motivo di stress potrebbe essere il traffico o un rumore ripetuto in modo improvviso, come i botti oppure il clacson. Il cane deve poter trovare un angolo della casa che risulti tranquillo e possibilmente insonorizzato, dove nascondersi in caso di bisogno.

Dolore

Cane

Dolore e sofferenza possono scatenare l’ansia: il cane potrebbe essersi ferito all’improvviso. Un infortunio grave, una malattia silente sono sintomi di una condizione di angoscia, per questo è bene portarlo subito dal veterinario specialmente se si mostra agitato e confuso.

Nuovo ingresso

Una nuova presenza familiare è motivo di stress, che sia un amico, un figlio, un parente o un nuovo animale, è importante aiutare il cane a entrare in contatto con la nuova realtà. Immetterlo nella nuova dinamica, rendendolo partecipe, è la soluzione più giusta contro l’angoscia.

Seguici anche sui canali social