Cani e salute mentale: 6 modi per migliorala

Cani e salute mentale: 6 modi per migliorala

Fonte immagine: Unsplash

Il benessere mentale del cane riveste un ruolo fondamentale nella quotidianità, per questo è giusto averne cura grazie ad una serie di accorgimenti utili.

I cani sono una presenza benefica nella vita del proprietario e in quella di chi ha modo di interagire con loro: l’entusiasmo e l’affetto smisurato è fonte di pura gioia. Assicurargli un percorso sano e ricco di cure è molto importante, in particolare dal punto di vista fisico, ma principalmente mentale. Il cervello del cane, infatti, mostra particolari similitudini con quello umano, specialmente per quanto riguarda le emozioni e gli equilibri legati alla serenità. Anche il nostro amico a quattro zampe può cadere vittima di una serie di problematiche comuni per l’uomo, come ansia, stress, dolore fisico, depressione e solitudine: impedire che ciò accada è di vitale importanza per il suo equilibrio.

Esercizio e gioco

Sport e attività all’aria aperta sono una risposta utile a mantenere attivo l’equilibrio mentale del cane, in grado di allontanare stress e ansia. Gli esperti consigliano tante sgambate all’aria aperta: i grandi spazi aiutano il rilassamento mentale e permettono al cane di sfogarsi con una corsa o con una serie di rotolate nel verde.

Il rapporto di fiducia e l’interazione reciproca ne giovano ampiamente, mentre il cane ha modo di curiosare, annusare e scoprire posti nuovi mantenendo attivi i suoi sensi. E se il meteo non lo permette, potrebbe risultare utile organizzare delle attività ludiche in casa come rincorrere la palla, giocare alla lotta oppure saltare su e giù dalla sedia. Sempre nel rispetto delle condizioni fisiche dell’amico e della sua età.

Coccole, massaggio e contatto

Cane

Coccole e contatto possono aiutare a diminuire l’ansia, in particolare attraverso la pratica del massaggio, che il cane ama profondamente. Un tocco guidato e consapevole aiuta a rendere più intensa l’interazione e il dialogo non verbale, calma l’animo dell’amico e lo rende maggiormente consapevole del suo corpo. Per affrontare questo particolare percorso è bene farsi supportare da un esperto, un addestratore che possa suggerire le tecniche miglior per accarezzare e massaggiare il cane per un rilassamento perfetto.

Arricchimento del quotidiano

La noia e la solitudine sono due ostacoli importanti che possono incidere sulla serenità del quadrupede, per questo è giusto offrirgli una quotidianità piena di stimoli che lo arricchisca personalmente. Non solo giochi e movimento, ma anche una serie di attività che possano diventare parte integrante della routine quotidiana, in grado di rendere le giornate più vivaci e stimolanti. A partire dalla passeggiata passando per il viaggio in macchina, una gita al mare o all’area sgambo di zona, ma anche un corso di agility o di obedience fino al classico giro per negozi e per locali. Il cane deve poter accedere a situazioni piacevoli, non troppo caotiche e stressanti ma che risultino di svago e interesse.

Rispettare l’indole personale

Cane

Rispettare l’indole del cane è una necessità, in particolare se l’amico è timido e timoroso e non ama posti troppo affollati: aver cura del suo benessere implica la scelta di luoghi che siano piacevoli e non stressanti. Se non ama interagire con gli altri cani o con le persone non è bene forzarlo, ma preferire una situazione dove regni la calma e lui possa rilassarsi.

Interessi e preferenze

Incentivare le attività che ama è il modo migliore per catturare la sua attenzione e allontanarlo da una condizione statica di noia casalinga, meglio privilegiare i suoi interessi e le preferenze. Non solo passeggiate e giochi, ma è giusto spronare l’interazione con i propri simili se il cane adora conoscere, fiutare e giocare con gli altri cani. I cambi di routine sono sempre una buona occasione per riattivare l’interessa e stimolare la mente con odori e posti nuovi.

Visite, cure e dialogo

Cane

Il benessere mentale passa anche attraverso una serie di visite e passaggi di routine dal veterinario, per assicurargli cure e controlli costanti. Il dialogo con il cane deve risultare fluido e con toni tranquilli e sereni, urlare non serve se non a spaventarlo e a aumentare la sua ansia, al contrario potrebbe aiutare un percorso educativo avviato con il supporto di un educatore.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!