• GreenStyle
  • Pets
  • Cani, le punizioni non migliorano il comportamento: lo studio

Cani, le punizioni non migliorano il comportamento: lo studio

Cani, le punizioni non migliorano il comportamento: lo studio

Fonte immagine: Pexels

L'educazione di tipo avverso o punitivo, come l'alzare la voce, non migliorano il comportamento non consono del cane: è quanto rivela un nuovo studio.

Non è raro che il cane, soprattutto nella prima fase della sua esistenza, adotti dei comportamenti non graditi al proprietario. Dalla tendenza dei cuccioli a masticare scarpe e tappeti, fino all’abbaiare frenetico di alcuni esemplari adulti nel sentire il campanello o all’arrivo del postino, educare un quadrupede richiede pazienza e tanta forza di volontà. Accade altrettanto frequentemente che il proprietario decida di optare per piccole punizioni – come ad esempio alzare la voce – per correggere l’atteggiamento non consono. Un nuovo studio, però, rivela come proprio queste piccole punizioni non sortiscano l’effetto sperato: non fanno altro che aumentare lo stress nell’amico a quattro zampe, inducendolo a ripetere l’azione errata.

Lo conferma la ricerca guidata da Ana Caterina Vieira de Castro, alla guida dello studio condotto dall’Università di Porto, in Portogallo. I ricercatori hanno voluto verificare quali siano gli effetti di un’educazione avversa – ovvero di contrasto – ai comportamenti negativi del cane, analizzandone le conseguenze da un punto di vista sia comportamentale che psicologico. Sono state quindi analizzate le risposte di due gruppi di cani: 42 provenienti da centri d’addestramento basati sul rinforzo positivo e 50 educati tramite metodi avversi, come appunto alzare la voce. Gli studiosi hanno quindi filmato i quadrupedi durante le sessioni di addestramento, raccogliendo dei campioni di saliva prima e dopo questa esperienza, per analizzare alcuni ormoni che vengono prodotti proprio durante le situazioni di stress.

Dall’analisi è innanzitutto emerso come i cani sottoposti a metodi “punitivi” – da intendersi in senso lato, come il già citato alzare la voce – vedano dei livelli di cortisolo più elevati dopo la sessione. Maggiore è la concentrazione di questo ormone, più alto è il livello di stress. Un cambiamento che non è invece stato notato negli esemplari educati tramite il rinforzo positivo, ovvero con piccoli premi ogni volta che il cane mette in atto il comportamento desiderato.

Dopodiché, i ricercatori hanno voluto analizzare gli effetti a lungo termine di queste due varianti educative, elaborando un esperimento che ha coinvolto 72 cani, divisi equamente fra i due metodi d’addestramento. Per farlo, i ricercatori hanno posizionato sul lato di una stanza un contenitore contenente una salsiccia, mentre su quello diametralmente opposto una confezione vuota. A questo punto, un contenitore chiuso è stato adagiato al centro della stanza: i cani potevano percepire l’odore della salsiccia, ma non avevano modo di sapere se il contenitore fosse pieno oppure vuoto. In base al tempo e al tipo di risposta, gli studiosi hanno quindi vagliato l’indole “ottimista” oppure “pessimista” da parte dei quadrupedi.

I cani con tendenza ottimista, infatti, tendono a correre subito in direzione della ciotola posizionata al centro della stanza, per vagliarne il contenuto. Quelli pessimisti, invece, procedono più lentamente e cercano segnali – oppure conferme – da parte dell’addestratore. Dal test è emerso come i cani addestrati con metodi avversi manifestino un atteggiamento pessimistico, mentre il gruppo sottoposto al rinforzo positivo un’indole ottimista.

I nostri risultati dimostrano che i cani educati con metodi avversi sperimentino un benessere più ridotto, se confrontati con i quadrupedi addestrati con metodi basati sul rinforzo positivo, sia nel breve che nel lungo periodo.

Poiché con l’educazione “punitiva” aumentano i livelli di stress e di ansia, il tipo di training fornito non sembra essere duraturo nel tempo: il cane tenderà ad assumere nuovamente comportamenti non consoni, anche come semplice sfogo alle proprie tensioni.

Fonte: Medical News Today

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!