• GreenStyle
  • Pets
  • Cani: problemi orali per l’80% dei quadrupedi italiani

Cani: problemi orali per l’80% dei quadrupedi italiani

Cani: problemi orali per l’80% dei quadrupedi italiani

Fonte immagine: Pexels

Anche i cani possono presentare problemi ai denti e al cavo orale: ne soffre circa l'80% dei quadrupedi italiani di età superiore ai tre anni.

Anche il cane di casa può soffrire di disturbi ai denti e al cavo orale, ma non sempre i proprietari ne sono consapevoli. Un fatto decisamente diffuso, se si considera come l’80% dei quadrupedi sopra i tre anni presenti qualche problema orale, non immediatamente riconosciuto e prontamente curato dai compagni umani. È quanto riferisce l’agenzia AdnKronos, riportando le parole di Mirko Radice, Senior President della Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Orale Veterinaria (Siodocov).

Questo maggio in corso rappresenta il mese dell’igiene orale per il cane e, proprio in occasione di un appuntamento così importante, sono stati resi noti dati importanti sulla salute dell’amico a quattro zampe. Circa l’80% degli esemplari di età superiore ai tre anni, infatti, soffre di problemi al cavo orale, di conseguenza è sempre consigliato un controllo regolare da parte del veterinario.

I denti sono estremamente importanti per gli amici a quattro zampe, poiché degli strumenti per loro essenziali per conoscere il mondo. Sono necessari per raccogliere e identificare oggetti, per la nutrizione, nelle relazioni fra simili. Le problematiche al cavo orale, di conseguenza, rappresentano la prima spia di un problema di salute. È bene quindi non sottovalutare nessun sintomo, così come spiega Radice all’AdnKronos, prestando particolare attenzione all’alitosi:

Il campanello d’allarme percepito dai proprietari è sicuramente l’alitosi. Nel momento in cui c’è questo problema, significa che qualcosa non sta funzionando in maniera corretta all’interno del cavo orale. La parodontopatia porta a retrazione gengivale e alla formazione di tasche parodontali nelle quali i batteri proliferano e danno vita a delle forme di putrefazione dei residui di alimenti che rimangono nella cavità orale, con la produzione di solfuri che sono poi i responsabili del cattivo odore.

I problemi ai denti e alle gengive non si limitano al cavo orale, ma spesso possono coinvolgere tutto l’organismo, anche con conseguenze su organi importanti, come il cuore. Le infezioni batteriche della bocca, se non adeguatamente curate, possono infatti raggiungere l’organo causando endocardite. Inoltre, non sono da escludere effetti anche a livello dei reni.

I cani di piccola taglia sono maggiormente predisposti rispetto a quelli di stazze maggiore, per questo il controllo veterinario deve essere costante. Ancora, con l’aiuto del veterinario, i proprietari dovrebbero abituare gli amici a quattro zampe a una routine quotidiana di igiene orale, spazzolando i denti con prodotti adatti allo smalto e alle caratteristiche del quadrupede.

Fonte: AdnKronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!