• GreenStyle
  • Pets
  • Cani: nuove regole per i proprietari dalla Gazzetta Ufficiale

Cani: nuove regole per i proprietari dalla Gazzetta Ufficiale

Cani: nuove regole per i proprietari dalla Gazzetta Ufficiale

Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale le nuove norme per l'accudimento del cane nei luoghi pubblici: novità su guinzaglio, museruola e deiezioni canine.

Arrivano nuove norme per l’accudimento del cane nei luoghi pubblici: è quanto si apprende dalla Gazzetta Ufficiale, con la pubblicazione dell’ordinanza del Ministero della Salute in vigore dal 7 settembre. Le regole di nuova introduzione riguardano l’uso del guinzaglio, della museruola e il corretto smaltimento delle deiezioni di Fido.

Si parte con il guinzaglio: i proprietari dovranno munirsi di versioni corte, quindi addio ai guinzagli a estensione, e ne dovranno far ricorso in tutti i luoghi pubblici, a eccezione delle aree esclusivamente pensate per la sgambettatura dell’animale. L’ordinanza spiega come il guinzaglio non possa essere più lungo di 1,5 metri per evitare problemi di sicurezza.

Si passa quindi alla muserola, strumento che il proprietario dovrà avere sempre con sé, sebbene l’utilizzo sia richiesto solo quando realmente necessario. Quindi è il turno delle deiezioni canine: diventa obbligatorio il raccoglimento delle feci e il proprietario diventa responsabile sia civilmente che penalmente degli eventuali danni provocati dal cane.

Novità anche per i proprietari che in passato hanno avuto problemi con la giustizia: pregiudicati, minori e delinquenti abituali non potranno accudire un cane di comprovata aggressività, inoltre diventano vietati gli addestramenti a scopo combattimento o tutte quelle attività che comportano il doping degli animali per aumentarne le performance fisiche. L’ordinanza avrà valore per 12 mesi e non riguarda gli esemplari tra le fila delle Forze dell’Ordine, i cani in uso nella terapia dei portatori di handicap e i capi utilizzati nel contenimento delle greggi o a scopo agricolo.

In generale, si tratta di un provvedimento ben accolto dai proprietari dei cani, fatta eccezione per la museruola, vista da molti come uno strumento di tortura per l’animale. Ottima la responsabilizzazione del cittadino sui rifiuti fisiologici del cane: sono ancora tanti i proprietari che si disinteressano dell’igiene pubblica e della conservazione delle aree pubbliche, del tutto privi di paletta e sacchetto per pulire strade e parchi dalle deiezioni.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!