Cani in inverno: cura, protezioni e soluzioni

Cani in inverno: cura, protezioni e soluzioni

Fonte immagine: Pixabay

Durante le uscite invernali il cane deve poter contare su una serie di attenzioni e cure utili per il suo benessere fisico, così da proteggerlo dal freddo.

Durante il periodo invernale è importante mostrare più attenzione nei confronti delle esigenze del cane, specialmente se non è abituato alle temperature più basse e al freddo intenso tipico della stagione. Ci sono animali di affezione amanti della neve e delle ruzzolate all’interno della coltre morbida, altri invece che detestano la classica passeggiata e tremano per tutto il percorso. Alcune razze sono predisposte ad affrontare il freddo, altre invece lo temono e lo subiscono negativamente. Per affrontare degnamente l’inverno, senza che incida sulla salute di Fido, ecco qualche soluzione e qualche misura da mettere in atto facilmente.

Chi patisce più il freddo

Come anticipato, alcune razze e categorie di cani patiscono maggiormente il freddo, perché mostrano difficoltà a regolare la temperatura interna, oppure perché vittime di qualche malattia legata all’età. Alcuni cani soffrono il freddo e tra questi possiamo individuare i cuccioli, gli anziani oppure gli esemplari malati, quindi i cani con problemi respiratori e predisposti a patologie di questo tipo, fino ai quadrupedi a pelo corto.

Alimentazione e idratazione

Cane

Un aumento del quantitativo di cibo, a fronte di una maggiore richiesta, non è del tutto utile per il benessere del cane, nonostante sia alla ricerca di energia e calore. Il consumo di troppe calorie potrebbero facilitare l’aumento di peso, specialmente se diminuisce il movimento, per questo è meglio offrire pasti bilanciati ed equilibrati. L’acqua invece è del tutto indispensabile e di vitale importanza: non dovrà mai mancare purché pulita e fresca. Se il cane vive in esterno è indispensabile che venga cambiata sempre perché non geli.

Protezione del corpo

Durante l’inverno è bene non spuntare o radere il pelo dell’amico: una protezione molto importante contro il freddo che andrà spazzolato con costanza così da eliminare nodi, sporcizia, pelo morto, fino a prevenire la formazione della forfora. Meglio evitare il bagno per tutto il periodo invernale, oppure ridurre la pratica a un unico lavaggio, da effettuare velocemente così da asciugarlo rapidamente. Meglio affidarlo alle mani esperte di un toelettatore in grado di eliminare rapidamente l’umidità dal corpo di Fido. Senza dimenticare cappottini e impermeabili, utili a proteggerlo durante le passeggiate, ma da indossare all’occorrenza.

Alloggio comodo e caldo

Cane e tessuto

Il cane deve poter accedere allo spazio domestico durante le giornate fredde e piovose, deve poter fare affidamento su uno spazio caldo, asciutto e riparato. Che sia il corridoio o il salotto, una taverna calda, oppure l’intera casa, deve trovare riparo e conforto senza finire relegato in un garage umido o fuori all’aperto. Solo in casi del tutto eccezionali l’amico può vivere all’esterno, ma deve poter godere della presenza di una cuccia protetta e isolata dal freddo, riparata da pioggia e vento con cuscini e coperte calde, asciutta e possibilmente sollevata da terra, così da risultare isolata. Ma se il freddo aumenta il cane deve poter accedere alla casa per non soffrire le basse temperature.

Proteggere zampe e parti sensibili

L’inverno agisce negativamente su alcune parti sensibili del corpo del cane che tendono a screpolarsi, gelare o infiammarsi: ad esempio i cuscinetti delle zampe, la cui pelle si spacca a contatto con il pavimento freddo. Ma anche le orecchie e la coda che possono raffreddarsi fino a congelare: una protezione delle parti è più che consigliata magari con articoli a tema o scarpettine apposite. Dopo ogni uscita è meglio asciugare il cane con un asciugamano, così da eliminare il freddo e l’umido dal corpo.

Neve e sostanze tossiche

Cane

La neve è bella per rotolarsi, ma è bene fare attenzione alla presenza di sostanze chimiche utili a eliminare il ghiaccio dalle strade e dalle auto: una semplice passeggiata potrebbe rivelarsi dannosa, se Fido cammina sul sale sciogli-ghiaccio o se ingerisce l’antigelo. Per questo è meglio pulire le zampe una volta entrato in casa, impedendo che se le lecchi ingerendo il sale chimico, mentre passeggiando è meglio condurlo a guinzaglio per monitorare le sue mosse.

Passeggiate

I giri dovranno risultare brevi e rapidi, in particolare se il freddo è intenso: meglio sempre a guinzaglio per impedire l’ingestione di sostanze tossiche o cadute. Quindi è necessario prestare maggiore cura al suo benessere se soffre di dolori alle ossa o alle articolazioni, che potrebbero aumentare con il freddo: per questo il veterinario potrà consigliare il prodotto più adatto.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!