Cani e infortuni: pronto soccorso casalingo

Cani e infortuni: pronto soccorso casalingo

Fonte immagine: freestocks.org via Pexels

Se il cane di casa si ferisce o è importante farsi trovare pronti, preparando per tempo un kit di emergenza di pronto soccorso casalingo.

Nonostante tutte le accortezze del caso, le cure e l’affetto, può capitare che un animale domestico come il cane incappi in qualche problematica di natura fisica. Che sia un banale incidente domestico, un’influenza o un infortunio più serio è bene farsi trovare pronti, con l’attrezzatura e l’atteggiamento più adatto. Un piccolo corso di pronto soccorso potrebbe risultare utile, nozioni di base impartire da un medico veterinario o su suo consiglio così da riconoscere problematiche e sintomi più comuni.

Kit pronto soccorso casalingo

Preparare una scatola con tutta l’attrezzatura o dedicare una parte dell’armadietto dei medicinali al cane di affezione potrebbe risultare utile. Una valigetta o uno spazio dove riporre unguenti, soluzioni mediche, pastiglie, garze, creme, antibiotici, cotone e guanti per un kit a cui attingere velocemente, in caso di bisogno o necessità.

Atteggiamento

Cane triste

Se il cane è ferito, dolorante e ammalato, potrebbe assumere un comportamento anomalo, apparire più nervoso o fiacco, oppure anche più aggressivo e spaventato. È indispensabile comprendere la situazione e mostrare un atteggiamento più pacifico, comprensivo e sicuramente più gentile. Meglio evitare abbracci e strette che, anche se amorevoli, potrebbero spaventarlo e farlo sentire in gabbia. Meglio calmarlo con carezze tranquille e un tono di voce sereno e accogliente, che lo rassicuri così da valutare la situazione con calma.

Numero emergenza e centri veterinari

All’interno della valigetta, oppure in bella mostra sulla bacheca appesa sul muro in cucina, è meglio segnare i numeri di emergenza più utili. Che sia quello del veterinario di fiducia, quello della clinica medica più vicina, è importante che siano leggibili e di facile accesso. Inoltre è possibile memorizzarli sul cellulare e scaricare le App dedicate al pronto soccorso, con notizie utili per l’intervento immediato ma anche la localizzazione dei centri di soccorso vicini a casa.

Medicazione

Cane cieco

Se l’animale si taglia superficialmente, dopo una zuffa con un altro quadrupede o per errore, è possibile intervenire direttamente medicando la parte con una soluzione non contenente alcol, fasciando la zona così da impedire che l’amico si lecchi aumentando l’infezione. Meglio consultare il veterinario se i sintomi appaiono più evidenti, con tagli profondi, fori causati da corpi estranei, quindi vomito e diarrea o febbre. L’esperto, dopo il consulto telefonico, potrà consigliare sul da farsi, quale rimedio attuare e se è necessaria una visita.

Osservazione e intervento

Osservare i sintomi di malessere è importante, come captarli anche se il cane sembra in salute. Il quadrupede purtroppo non può esternare il suo dolore e, di sovente, tende a nasconderlo per questo è importante valutare ogni singola anomalia anche se minima. Nei casi più gravi è importante agire rapidamente, ad esempio se Fido sviene, ha un colpo di calore, collassa o smette di respirare. Importante seguire corsi per imparare a rianimare e soccorrerlo, così da valutare la situazione, se sono presenti corpi estranei in bocca oppure se il cuore ha smesso di battere, attuando la tecnica più adatta e contattando contemporaneamente il veterinario o il centro più vicino.

Seguici anche sui canali social