• GreenStyle
  • Pets
  • Cani e gatti obesi: sempre più proprietari ignorano i veterinari

Cani e gatti obesi: sempre più proprietari ignorano i veterinari

Cani e gatti obesi: sempre più proprietari ignorano i veterinari

Fonte immagine: Unsplash

Sempre più proprietari ignorano le diete fornite dal veterinario per gestire l'obesità sia nel cane che nel gatto, ritenendole troppo eccessive.

In quanto membri a tutti gli effetti delle famiglie, cani e gatti vengono giustamente ricoperti di attenzioni dai loro proprietari. Tra giochi, carezze, cucce super-accessoriate e molto altro ancora, però, il desiderio di provvedere a tutte le necessità dell’amico a quattro zampe spesso si traduce in comportamenti sbagliati. È il caso dell’eccesso di cibo, fornito all’animale come premio o perché non si resiste un suo sguardo languido, primo responsabile dell’obesità fra i quadrupedi. I dati relativi a cani e gatti obesi sono purtroppo in rapida ascesa e, ad accompagnare questo trend negativo, vi è un altro preoccupante fattore: sempre più proprietari ignorano i consigli alimentari dei veterinari.

È quanto riporta una recente indagine pubblicata dal New York Times, pronta a svelare come ben il 17% di tutti i proprietari a stelle e strisce non percepisca il proprio animale domestico come sovrappeso oppure obeso, eludendo così le raccomandazioni del veterinario. Anzi, in molti casi la dieta equilibrata fornita dallo specialista viene considerata eccessiva e frutto di preoccupazioni motivate: i proprietari, di conseguenza, preferiscono cedere alle richieste del loro amico domestico anziché prendere coscienza delle sue reali necessità di salute.

Nella maggior parte dei casi, i proprietari si giustificano sostenendo che qualche chilo di troppo non potrà di certo nuocere all’animale domestico. Una convinzione tutt’altro che infondata, considerando come il sovrappeso sia la prima causa di disturbi articolari, digestivi, renali e cardiaci sia nel cane che nel fatto. Nationwide, una società statunitense specializzata in salute per animali domestici, ha di recente condotto alcune survey negli Stati Uniti, giungendo a questa conclusione:

L’obesità nei cani e nei gatti statunitensi è cresciuta per l’ottavo anno consecutivo, insieme ai disturbi correlati a questa condizione. L’obesità accorcia l’aspettativa di vita degli animali e incentiva condizioni come l’artrite, le malattie cardiache, le disfunzioni della vescica e del tratto urinario, patologie croniche ai reni, disturbi al fegato, diabete, pressione alta e problematiche alla colonna vertebrale.

È quindi sempre importante seguire alla lettera i consigli del veterinario di fiducia, per assicurare all’amico di sempre la migliore delle diete, con principi nutrivi equilibrati e pensati per non aggravare il fisico.

Fonte: New York Times

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!