Cani: fobie e paure più comuni

Cani: fobie e paure più comuni

Fonte immagine: Pexels

Nonostante la sua indole temeraria, anche il cane di affezione prova paura e può sviluppare fobie: imparare a riconoscerle è importante per la sua salute.

L’incredibile sviluppo sensoriale dell’udito e dell’olfatto rende i cani animali molto attenti anche alle più piccole modifiche ambientali, dal più basso dei suoni ai movimenti impercettibili. Questa predisposizione può migliorare il loro compito di guardiani ma, al contempo, rende vulnerabili gli esemplari più sensibili e fragili. Questi possono vivere in modo negativo tutti gli stimoli che giungono dall’esterno, sia per una predisposizione genetica sia per esperienze vissute nel passato che li hanno lasciati traumatizzati e fobici.

Scale

Il cane può temere le scale specialmente se in giovane età non c’è mai stato un approccio positivo, lasciando il lui una sorta di paura dell’ignoto: può aver subito traumi cadendo dagli scalini o trovato difficoltà nell’affrontare salite e discese, per problematiche di natura fisica legate all’età o alla presenza di patologie.

Altri cani

Cane e cucciolo

Cane e cucciolo

Un animale poco socializzato troverà complicato interagire con altri animale e in particolare con i propri simili, in particolare se è stato strappato prematuramente alle cure materne e alla socializzazione con i propri fratelli. Fido potrebbe aver trascorso un lungo periodo in compagnia di simili aggressivi ed aver sviluppato una forte difficoltà relazionale con forte fobia emotiva, come ad esempio in canile. In questo caso, è fondamentale coinvolgere un educatore che potrà suggerire la soluzione e l’approccio migliore.

Auto

Trasportare il quadrupede in auto potrebbe scatenare in lui stati di ansia e paura, fino a provocargli la classica nausea da movimento con relativo rigetto. Nonostante il mezzo sia molto comodo, agli occhi di Fido appare rumoroso, troppo rapido e può creare uno sensazione di instabilità fisica: per superare il trauma è bene coinvolgere il veterinario oppure un comportamentista esperto.

Bagno e toelettatura

Cane bagno

Non tutti i cani amano farsi manipolare e maneggiare durante le fasi del bagno o della toelettatura, in particolare da mani estranee, per questo è importante creare una sorta di continuità legata al posto o alla pratica. Meglio se tra le mura domestiche a opera del proprietario, che potrà attrezzarsi con prodotti e asciugamani per assicurare una fase beauty più serena, cercando di rassicurare l’amico rendendo l’ambiente accogliente e tranquillo. Anche in questo caso, un comportamentista potrà risultare di supporto e aiuto.

Temporale e fuochi d’artificio

Il temporale crea una forte ansia prodotta dal frastuono, conseguente a tuoni e fulmini, una sorta di bombardamento uditivo che aumenta la paura emotiva. Il temporale sprigiona nell’aria energia elettrica e questo turba il cane, che può avvertire piccole scariche e formicolii lungo tutto il corpo. Un discorso simile va esteso ai fuochi d’artificio che appaiono rumorosi e dall’odore sgradevole: per questo è bene lasciargli la possibilità di rifugiarsi in un angolo protetto della casa cercando di consolarlo e tranquillizzandolo.

Solitudine

Cani

La più temuta delle sindromi è l’ansia da separazione, che relega Fido in uno stato di solitudine casalinga: una fobia tipica dei cani che hanno vissuto sulla loro pelle l’abbandono, la vita per strada, la reclusione in canile e la morte di un affetto caro.

Veterinario

Esattamente come accade per l’uomo, anche il cane può temere le visite mediche dal veterinario, una condizione che l’amico vive sin dalla sala d’attesa, dove l’ansia è palpabile e stimolata dalla presenza di altri simili nella stessa condizione. Per interrompere questa circolarità potrebbe risultare d’aiuto effettuare dei passaggi casuali dal veterinario e nel suo studio, preventivamente allertato, così che possa giocare e consegnare qualche crocchetta golosa.

Sconosciuti

Cane addome

La paura degli estranei emerge quando il cane ha subito violenze e abusi da persone specifiche, magari con una connotazione fisica riconoscibile, con un odore particolare, un abbigliamento o con un tono di voce preciso: tutte condizioni che possono scatenare terrore nel nostro amico.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!