I cani evitano le persone negative: lo studio

I cani evitano le persone negative: lo studio

Fonte immagine: Pixabay

I cani evitano le persone negative, considerandole una minaccia sia per loro stessi che per il proprietario: è quanto rivela uno studio giapponese.

I cani tendono a evitare le persone negative o, ancora, coloro che assumono comportamenti potenzialmente aggressivi o pericolosi. È quanto rivela un nuovo studio dell’Università di Kyoto, in Giappone, nel confermare come i cani siano particolarmente sensibili ai segnali sociali degli uomini. Gli amici a quattro zampe percepirebbero la negatività come minacciosa e, pertanto, sarebbero portati in modo innato ad allontanarsi da individui che non ritengono sufficientemente affidabili.

Per il loro studio, i ricercatori hanno analizzato 54 cani, suddividendoli in tre gruppi differenti. Gli animali sono stati quindi sottoposti alla medesima interazione, prevedendo però delle piccole differenze a secondo del gruppo d’appartenenza. Nei test, il proprietario ha finto di incontrare delle difficoltà nell’aprire un barattolo trasparente, dove veniva conservato un oggetto non interessante per il cane. Ad accompagnare il proprietario uno sconosciuto: quest’ultimo, a seconda del gruppo, aveva facoltà di decidere se aiutare il proprietario, rifiutarsi di prestare soccorso o semplicemente andarsene. Al termine dell’esposizione, lo sconosciuto ha offerto al quadrupede una ricompensa in cibo: dall’esperimento è emerso come i cani accettino il premio dalla persona che ha aiutato il loro proprietario, mentre tendano a diffidare da chi non ha fornito il proprio aiuto.

Proprio poiché l’oggetto contenuto nel barattolo non aveva nessun valore per il cane, l’esperimento è stato fondamentale per comprendere se questi animali siano in grado di percepire gli atteggiamenti negativi degli umani, anche e soprattutto di persone che non conoscono. E non solo i quadrupedi risultano eccellente nel leggere le emozioni umane, ma vengono anche colpiti da un “bias di negatività”, ovvero considerano come nemici – almeno in senso lato – tutti coloro che hanno fatto un torto al loro proprietario. Questo comportamento dei quadrupedi stupisce poiché, fra tutte le specie oggi conosciute, è stato notato solamente in alcune scimmie e nei bambini di età inferiore ai tre anni.

Fonte: People

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!