Cani e gatti proteggono i bambini dall’asma

Cani e gatti proteggono i bambini dall’asma

Fonte immagine: Pixabay

Una ricerca svela come cani e gatti siano in grado di proteggere i bambini dall'asma, stimolando il loro sistema immunitario contro microbi e proteine.

Cani e gatti stimolano la salute dei bambini, soprattutto sul fronte delle allergie. È quanto conferma un nuovo studio, allineandosi ai precedenti in materia, pronto a dimostrare come la convivenza con i quadrupedi possa ridurre la frequenza delle problematiche connesse all’asma.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica PLOS ONE e condotto dall’Università di Goeteborg, ha voluto analizzare quanto la presenza di cani e gatti possa essere protettiva rispetto ai problemi respiratori dovuti alle allergie. Sono quindi stati analizzati i dati di due rilevazioni: la prima, come riferisce il quotidiano La Stampa, ha coinvolto 1.029 bambini di età compresa tra gli 8 e i 9 anni, la seconda invece ha monitorato 249 bimbi sin dalla loro nascita.

Dai dati del primo studio è emerso come l’incidenza delle allergie sia è maggiore tra chi non condivide la propria esistenza con un animale domestico: ne è affetto il 49% di chi non ha mai avuto contatti con gli animali, il 43% di chi vive con un esemplare e del 24% fra chi ne accudisce almeno tre, di specie differenti. Per la seconda indagine, invece, le percentuali sono rispettivamente del 48, del 35 e del 21%.

Stando a quanto spiegato dagli autori della ricerca, questa riduzione nella frequenza di asma da allergie sarebbe dovuta alla stimolazione del sistema immunitario, sin dalla tenera età. Alcuni microbi presenti sul manto di cani e gatti, così come le proteine che i felini naturalmente producono per la protezione del loro pelo, sono infatti responsabili della risposta immunitaria allergica da parte dell’organismo. Quando il contatto è costante e ravvicinato sin dalla tenera età, quindi prima che il sistema immunitario sia completamente formato, quest’ultimo impara a riconoscere questi agenti esterni, senza causare una risposta spropositata rispetto alla loro presenza. Al contrario, se il sistema immunitario non ha mai incontrato prima questi microbi e queste proteine, è più incline a un’azione d’attacco dura e, di conseguenza, a stimolare gravi conseguenze di tipo respiratorio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!