Cani e gatti non favoriscono le allergie nei bambini

Cani e gatti non favoriscono le allergie nei bambini

Un nuovo studio statistico svela come gli animali non siano responsabili delle allergie durante l'infanzia. Si rilevano, anzi, aspetti benefici

Amanti di cani e gatti potete tirare un sospiro di sollievo. Se eravate allarmati perché la convivenza fra i vostri bambini e gli amici a quattro zampe potesse essere nociva per la salute dei bimbi, uno studio smentisce ora tutte le vostre paure.

E sì che le allergie stanno diventando sempre più diffuse in tenera età. Eppure, secondo quanto dichiarato dai ricercatori dell’Henry Ford Hospital di Detroit, non c’è nessun nesso fra l’insorgenza delle stesse ed e il contatto animali-bambini. Anzi, le statistiche sembrano dire l’esatto contrario.

La presenza di un gatto in casa diminuirebbe, infatti, il rischio dell’insorgenza di allergie; il cane sembra avere lo stesso effetto positivo, ma solo sui bambini maschi.

Certo si tratta di dati da prendere con le molle, perché solo statistici. Ricordiamo, infine, che durante la gravidanza, in presenza di un gatto, è sempre bene prendere le giuste precauzioni dalla toxoplasmosi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il parto in diretta di una rara giraffa di Rothschild