Cani: dannoso usare il dentifricio per umani

Cani: dannoso usare il dentifricio per umani

È dannoso utilizzare dentifricio per umani sui cani: è questa l'allerta dei veterinari britannici appartenenti alla RSPCA, ecco cosa fare.

L’igiene orale dell’amico cane non deve essere perseguita usando dentifrici, o altri prodotti, pensati per il consumo umano. È questa l’avviso diramato dai veterinari britannici della RSPCA, nel notare l’aumento di un abitudine che potrebbe rivelarsi dannosa per i quadrupedi, un trend forse alimentato anche dal passaparola online.

La RSPCA ha condotto un’inchiesta su un campione rappresentativo di 2.000 proprietari di cani, chiedendo loro quali pratiche scelgano solitamente per provvedere all’igiene orale dei loro animali. Di questi, più dell’8% degli intervistati ha ammesso di ricorrere – o di averlo fatto in passato – al classico dentifricio da supermercato, pensato per il sorriso umano. Un dato preoccupante, se si considera come questi prodotti possano contenere delle sostanze altamente pericolose per gli amici a quattro zampe.

In particolare, bisogna prestare attenzione allo xilitolo, alleato contro carie e placca nell’uomo ma tossico nel cane. Allo stesso modo, eccessi di fluoro possono determinare nell’animale vomito, diarrea e letargia, intaccando i livelli di calcio nel sangue. Così ha spiegato Carolin Allen, direttore veterinario della divisione RSPCA di Londra:

Non solo gli animali domestici sono meno inclini a tollerare la schiuma e il sapore alla menta dei dentifrici per umani, ma vi sono anche precisi rischi di salute soprattutto se il prodotto viene ingoiato. […] Sebbene vi sia un rischio potenziale dall’ingestione di fluoro, l’inclusione dello xilitolo nei dentifrici desta maggiore preoccupazione, perché molto più tossico per i cani.

Provvedere all’igiene orale del cane è molto importante, poiché previene infezioni alla bocca, alle gengive e alle radici dei denti, evitando anche una proliferazione batterica che potrebbe raggiungere il cuore. Per raggiungere questo obiettivo, tuttavia, bisogna affidarsi a prodotti specifici, consigliati dal veterinario, affinché gli ingredienti siano perfettamente compatibili con le esigenze del quadrupede. In commercio, inoltre, esistono appositi bastoncini pensati per questo scopo: mentre il cane li mastica, aiutano a rimuovere i residui di tartaro.

Seguici anche sui canali social