• GreenStyle
  • Pets
  • Cani contro il COVID: Germania e Austria avviano i test

Cani contro il COVID: Germania e Austria avviano i test

Cani contro il COVID: Germania e Austria avviano i test

Fonte immagine: Pixabay

I cani potrebbero essere presto impiegati per identificare i positivi asintomatici al COVID: i test sono in fase di avvio in Germania e Austria.

I cani potrebbero essere presto impiegati per la diagnosi precoce del nuovo coronavirus. Da ormai qualche mese è noto come questi quadrupedi, grazie al loro olfatto sopraffino, riescano a individuare le persone positive al virus. Ora Germania e Austria hanno deciso di avviare dei test, allo scopo di individuare più facilmente gli asintomatici.

Ad annunciare l’avvio della sperimentazione è stato il Ministro della Difesa austriaco, Klaudia Tanner. Le autorità stanno già addestrando un Pastore Belga, presso il Centro Militare per Cani di Kaisersteinbruch. Entro fine luglio, l’animale potrebbe essere in grado di fiutare autonomamente la presenza del virus e potrebbe accompagnare l’esercito per individuare gli asintomatici.

Così come rivelato da precedenti ricerche, i cani sono in grado di identificare le variazioni olfattive dovute al coronavirus, analizzando dei campioni di fluidi corporei, come la saliva. Per l’addestramento, i ricercatori hanno costruito degli speciali tubi, che permettono ai quadrupedi di rilevare le molecole olfattive senza però esporsi al virus. Anche i cani possono infatti essere contagiati dal coronavirus, anche se in modo molto lieve e con effetti del tutto blandi. La percentuale di corretta individuazione dei casi di coronavirus è superiore all’80%. Così ha spiegato Tanner:

Il fatto che i nostri cani siano in grado di rilevare sostanze diverse, non è una novità. Abbiamo cani che possono anche rilevare esplosivi o narcotici in base al loro odore.

I quadrupedi appositamente addestrati potrebbero accompagnare l’esercito in luoghi pubblici o affollati, per identificare le persone contagiate dal virus ma completamente asintomatiche. Poiché pare che anche gli asintomatici possano trasmettere il COVID, è quindi essenziale procedere a un corretto distanziamento, all’uso dei dispositivi di protezione e alla diagnosi precoce. A quanto pare, i cani riuscirebbero a scovare la presenza del virus addirittura con un certo anticipo rispetto agli ormai classici tamponi.

Fonte: Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio