Cani: come determinare l’età reale

Cani: come determinare l’età reale

Fonte immagine: Pexels

Per determinare l'età reale del cane è indispensabile tener conto della taglia e della razza di appartenenza, accantonando la falsa teoria dei sette anni.

Determinare l’età di un cane non è così facile come può sembrare: i dati oggi disponibili non sono completi e poco affidabile è la teoria del conteggio dei 7 anni. A condizionare l’esito non è solo la qualità della vita ma anche la razza di appartenenza e la taglia, fattori che possono incidere sull’invecchiamento del quadrupede e sulla sua reale aspettativa di vita. Un esempio è dato dai cani di piccola taglia che possono vivere molto più lungo rispetto ai coetanei ma di formato più grande o maxi, che tendono a invecchiare molto più velocemente.

Taglia e maturità

Cane e frutta

Come anticipato, razza e taglia possono incidere sull’aspettativa di vita di un cane: infatti, secondo molti esperti, i quadrupedi di formato piccolo invecchiano e crescono più velocemente, soprattutto nei primi due anni d’età. Al contrario, i quadrupedi di taglia grande impiegano proprio due anni per raggiungere la maturità sessuale, quindi per passare dall’infanzia a quella che è considerata l’adolescenza canina. Spesso subentrano altri fattori come la precocità o la lentezza personale del singolo soggetto, sia dal punto di vista della crescita che dell’apprendimento, quindi l’ambiente in cui vive e la qualità della vita stessa.

Denti, occhi e pelo

Esistono degli elementi fisici che possono aiutare nel determinare dell’età anagrafica di Fido, in particolare se l’amico è frutto di un’adozione da canile o di un passaggio di proprietà, quindi senza una precisa data di nascita. Con il supporto del veterinario sarà più facile valutare il cane, in particolare la salute dei suoi denti, in modo da comprendere se risultano da latte, se appaiono tutti bianchi oppure con presenza di placca, tartaro, segni di usura o se mancanti. Una scorretta alimentazione oppure traumi precedenti potrebbero, però, falsare il conteggio reale, come una scarsa o assente igiene orale. Anche la salute del pelo e della cute possono fornire indicazioni sull’età del quadrupede: con l’avanzare del tempo tende a ingrigirsi, mentre la pelle risulta meno idrata ed elastica, per questo è importante fornire alimenti ricchi di acidi grassi e probiotici. Infine, la presenza di artriti e velature oculari possono indicare segni comuni all’invecchiamento canino.

Conteggi

Cani

Determinare l’età reale di un cane è molto più complesso di quanto si possa pensare: la teoria dei sette anni è fallace e non rispecchia la realtà dei fatti. Come anticipato, taglia e razza possono incidere sul conteggio così come le condizioni generali di salute dell’amico: per questo l’American Veterinary Medical Association (AVMA) ha creato una tabella utile a stabilire l’età di Fido.

  • Taglia piccola: vanno conteggiati dai 12 ai 15 anni per ogni anno di età, mentre dal terzo anno si sommano in media dai 4 ai 5 anni umani per anno canino. Ad esempio, un cane di taglia piccola a sette anni dovrebbe avere l’equivalente dei 44-47 anni umani;
  • Taglia media: si conteggiano dai 10 ai 12.5 anni umani per ogni anno di età canina, mentre dal terzo anno si aggiungono in media dai 5 ai 7 anni. Ad esempio, un cane di taglia media a sette anni dovrebbe avere l’equivalente dei 47-50 anni umani;
  • Taglia grande e maxi: per i cani di taglia grande e maxi il conteggio è più rapido mentre l’aspettativa di vita più breve, per i primi due anni si contano nove anni umani, dal terzo si aggiungono in media dai 4 ai 6 anni di età. Un quadrupede di sette anni potrebbe avere dai 50 ai 56 anni umani, mentre a 20 anni potrebbe festeggiare l’incredibile compleanno di 120 anni.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!