• GreenStyle
  • Pets
  • Cane ustionato con gli acidi e gettato nell’immondizia

Cane ustionato con gli acidi e gettato nell’immondizia

Cane ustionato con gli acidi e gettato nell’immondizia

Fonte immagine: Pexels

Un cucciolo di cane è stato ferito con dell'acido ustionante, per poi essere gettato nell'immondizia: la notizia genera indignazione sui social network.

È una vicenda crudele quella che ha purtroppo visto come protagonista un cucciolo di cane, ustionato con dell’acido e poi gettato nell’immondizia. Il maltrattamento è avvenuto negli Stati Uniti, dove il sofferente animale è stato tratto in salvo da un passante, pronto a chiedere l’immediato intervento di esperti veterinari. La notizia, lanciata dalla stampa a stelle e strisce, è rapidamente stata condivisa sui social network, dove in molti hanno espresso la loro indignazione per un simile gesto.

Il ritrovamento del cane, un esemplare femmina di poche settimane, è avvenuto a Newport, nel Tennessee, così come riporta Il Secolo XIX. Mentre si apprestava a gettare la spazzatura nei pressi di un vicolo, un uomo ha rinvenuto in un cassonetto il ferito quadrupede, ricoperto da ustioni. Portato immediatamente al pronto soccorso veterinario dell’Appalachian Veterinary Hospital, i medici si sono trovati a fronteggiare una situazione davvero difficile: la cagnolina riportava infatti ustioni sul 50% del corpo, probabilmente dovute all’esposizione a un agente chimico corrosivo.

I veterinari hanno allertato immediatamente le forze dell’ordine, nel tentativo di identificare il responsabile di un gesto così crudele. La piccola cagnolina, infatti, presentava ampie ferite sull’addome, su un orecchio e sugli occhi e, non ultimo, risultava priva di metà lingua. Nel frattempo, il locale Friends Animal Shelter ha avviato una raccolta fondi per pagare le cure veterinarie del quadrupede: al termine della convalescenza, infatti, l’animale verrà affidato a una famiglia che si è già proposta per accudirlo.

Come già accennato, la notizia è apparsa rapidamente sui social network, dove in molti hanno voluto esprimere la loro indignazione per un maltrattamento tanto incomprensibile, offrendo supporto per il recupero della cagnolina. In molti hanno deciso di contribuire alla causa, tanto che la raccolta fondi ha già raggiunto i 2.900 dollari. Al momento, non emerge ancora nessun dettaglio sul possibile responsabile di un atto tanto crudele.

Fonte: Il Secolo XIX

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…