• GreenStyle
  • Pets
  • Cane morto 100 anni fa, la gente gli rende omaggio con dei bastoncini

Cane morto 100 anni fa, la gente gli rende omaggio con dei bastoncini

Cane morto 100 anni fa, la gente gli rende omaggio con dei bastoncini

Fonte immagine: Unsplash

La tomba di un cane è accanto a quella del proprietario, ormai ricoperta dai tanti legnetti lasciati come tenero omaggio.

Una vicenda davvero singolare quella che vede protagonisti un cane di nome Rex, deceduto ben 100 anni fa, e un insieme di bastoncini e rametti d’albero. L’amico dell’uomo pare sia stato sepolto nel cimitero di Greenwood a Brooklyn, New York, accanto al suo proprietario e fedele amico umano. Un commerciante di frutta di zona, John E. Stow, così legato al suo quadrupede da volerlo al suo fianco anche nell’aldilà.

Per questo motivo la statua del cagnolone fa bella mostra all’interno del cimitero. La figura è collocata proprio sulla presunta tomba dello stesso, a pochi passi da quella del proprietario. Una scelta inconsueta, ma che l’uomo ha fortemente voluto a riprova del grande amore che li univa e del grande affetto che lo legava al cane. Del resto è impossibile non vedere la statua perché è situata proprio all’incrocio di due viottoli nel luogo dedicato alla sepoltura, come ha specificato lo stesso personale del cimitero.

Un tributo per il cane Rex

L’immagine della tomba ha subito catturato la curiosità dei passanti che transitando davanti hanno iniziato a lasciare dei rametti caduti dagli alberi del luogo. Una sorta di tributo affettuoso per consentire a Rex di giocare anche dall’altra parte, appoggiando gli stessi sopra le zampe della statua. Il cane infatti è stato scolpito nella pietra mentre è seduto e accucciato sopra la lastra della sua tomba.

La curiosità nei suoi riguardi è cresciuta così velocemente tanto da trovare riscontro anche nei social network, in particolare Twitter. Le foto della sua tomba hanno iniziato a circolare rapidamente divenendo virali, invogliando sempre più curiosi a passare davanti al suo giaciglio mortale giusto per lasciare un rametto.

Nonostante il personale non sia certo della reale presenza del corpo del cane non sembra cedere l’interesse nei suoi confronti, tanto che le zampe della statua sono ormai sommerse dai legnetti. Un’immagine davvero delicata e dolce in grado di strappare un sorriso anche in un luogo dedicato solitamente alla preghiera e alle lacrime.

Fonte: Metro

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle