Cane: lettiera casalinga, come utilizzarla

Cane: lettiera casalinga, come utilizzarla

Fonte immagine: Unsplash

La lettiera per cani è un oggetto che in molti ignorano: è davvero utile, in particolare per chi possiede un cane e per lavoro rimane a lungo fuori casa.

La lettiera è un oggetto molto noto a chi convive con un gatto, ma in tanti ignorano la presenza dello stesso oggetto per utilizzo canino, forse poco diffuso ma molto pratico. Esattamente come accade per il gatto, la lettiera canina dovrebbe trovare posto in casa o sul balcone, così da risultare disponibile per il quadrupede al momento del bisogno. Se il gatto, dopo un primo approccio, è subito in grado di utilizzarla, per il cane è indispensabile effettuare un piccolo addestramento, di rapido apprendimento.

Lettiera per cani

In commercio sono presenti diverse soluzioni per cani, dalle traversine ai tappetini, fino alle vere e proprie lettiere. Il materiale può cambiare in base alla casa di produzione, ma sono tutte adatte all’uso e facilmente igienizzabili. La dimensione può variare in base al formato del quadrupede, le pareti sono rinforzate e la struttura solida per contenere il giusto quantitativo di sabbietta. Alcune lettiere sono autopulenti, forse leggermente più costose ma maggiormente funzionali e pratiche.

Praticità

Cani occhio

L’uso della lettiera rende la vita del cane più pratica, compreso il momento dei bisogni fisiologici. Se le traversine sono utili, in particolare per i cuccioli, alla lunga potrebbero finire confuse con i tappeti di casa. Abituare Fido all’uso della lettiera casalinga può risolvere le sue esigenze, anche durante le lunghe assenze del proprietario dettate dal lavoro. La lettiera potrebbe evitare l’uscita serale oppure supportare quei proprietari che, a causa dell’età avanzata, non sempre possono far sgambare il cane. L’importante è sistemare il tutto in una zona areata della casa oppure sul balcone, permettendo al cane il libero accesso.

Scelta

Come anticipato, la lettiera deve risultare in misura del formato del cane così che possa muoversi adeguatamente. La sabbietta da acquistare possiede granelli leggermente più grandi rispetto a quella per gatti, ma la tipologia è simile. Meglio evitare quelle profumate o di basso costo, perché potrebbero favorire nel cane lo sviluppo di allergie. Dopo ogni utilizzo va eliminata la parte con gli escrementi e, se necessario, ripulita. Per una questione d’igiene, se non si può sistemare sul balcone, meglio introdurre la lettiera in bagno appoggiandola sopra un foglio di plastica, ma avendo sempre cura di mantenerla pulita.

Addestrare Fido all’utilizzo

Cani e fiori

Fido dovrà prima familiarizzare con la lettiera, annusandola con calma così da non nutrire paura o avversione. Per agevolare il procedimento si può introdurre nella sabbietta della carta o un fazzoletto inumidito con l’urina del cane stesso, oppure le stesse feci raccolte con un sacchetto. In questo modo Fido potrà riconoscere il suo odore e comprendere il motivo della presenza della lettiera, utilizzandola senza remore. Bene premiarlo dopo ogni utilizzo con parole dolci, lodi e bocconcini, in questo modo verrà rafforzato l’aspetto positivo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!