• GreenStyle
  • Pets
  • Il cane le distrugge il passaporto, salvandola dal coronavirus di Wuhan

Il cane le distrugge il passaporto, salvandola dal coronavirus di Wuhan

Il cane le distrugge il passaporto, salvandola dal coronavirus di Wuhan

Fonte immagine: yaophotograph via iStock

Una donna di Taiwan non è potuta partire per Wuhan per colpa del suo cane, reo di averle distrutto il passaporto: una coincidenza salvifica.

Una donna ha evitato la permanenza a Wuhan nelle settimane più critiche della diffusione del coronavirus, grazie a una piccola marachella del suo cane. È questa la storia divenuta virale sui social network negli ultimi giorni, con protagonista una residente a Taiwan: pronta a partire per la città cinese, ha dovuto rimandare il viaggio poiché il quadrupede le aveva distrutto il passaporto. Una coincidenza che, con il senno di poi, si è rivelata a dir poco salvifica.

La proprietaria del cane, quest’ultimo chiamato Kimi, aveva già pianificato un viaggio a Wuhan per il 13 gennaio. Pronta per partire, aveva trovato il passaporto ormai in brandelli tra le fauci dell’animale. Delusa per il comportamento dell’animale, la donna aveva quindi scelto la piattaforma Facebook per illustrare il suo disappunto, mostrando le prove fotografiche dei danni causati dal quadrupede.

La giovane non avrebbe mai potuto immaginare, però, che pochi giorni dopo la città di Wuhan sarebbe stata messa in quarantena: se si fosse trovata sul luogo, non avrebbe potuto fare ritorno a casa, rimanendo bloccata in Cina. Con il senno di poi, la donna ha quindi voluto ringraziare il suo cane, per essersi reso protagonista di questa salvifica coincidenza:

Il virus ha iniziato a diffondersi dopo che il mio cane ha distrutto il passaporto. Se ci penso ora, è davvero toccante: fortunatamente il mio cane ha interrotto il mio viaggio. Lo ringrazio per avermi di nuovo protetto: sono così fortunata di averlo nella mia vita.

Il coronavirus 2019-nCoV, originato dal mercato ittico di Wuhan, ha già contagiato più di 2.700 persone e causato 80 vittime. Al momento la città, così come già accennato, è sottoposta a una vera e propria quarantena: le immagini provenienti dalla Cina mostrano una località ormai fantasma, dove le persone sono costrette a rimanere chiuse nelle loro case.

Fonte: Daily Mail

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio