Cane: come accarezzarlo nel modo giusto

Cane: come accarezzarlo nel modo giusto

Fonte immagine: Unsplash

Saper comunicare con il cane è fondamentale, quando si parla di carezze e contatto: ecco come accarezzarlo nel modo giusto.

L’amore verso i cani, magari la convivenza con uno di loro, ci spinge a voler salutare e coccolare tutti i quadrupedi che incrociano la nostra strada. Una scelta in apparenza adorabile e piena di amore, ma che nasconde una serie di problematiche, come creare una condizione di ansia e stress negli esemplari meno avvezzi al contatto. Accarezzare il cane con cura e attenzione è fondamentale, mettendo in pratica una serie di rituali e regole che rispettino l’indole e il benessere dell’amico.

Contatto visivo

Quando si incontra un cane per strada è importante comportarsi in modo adeguato e rispettoso, sia in caso di un esemplare di proprietà che randagio. Il primo comportamento da evitare è il contatto visivo diretto: il cane non lo ama particolarmente, perché lo vive come sfida e confronto. È un gesto che lo mette a disagio e che considera arrogante, una prepotenza tipica del confronto tra cani. Anche il nostro amico di affezione non ama particolarmente gli sguardi intensi, nonostante spesso ricambi con affetto e fiducia, ma è un atteggiamento che tollera per questioni affettive. Per approcciare un cane estraneo è meglio avvicinarsi posizionando il corpo lontano e leggermente inclinato, volgendo lo sguardo altrove e lasciandogli il giusto spazio di sicurezza.

Mostrare la mano

Cane

Il primo gesto da mettere in pratica è quello di porgere il dorso della mano, leggermente richiuso così da consentirgli di annusare con cura la pelle, percependo anche l’inclinazione emotiva. Se il cane annusa e passa oltre è meglio non insistere lasciando libero, se invece si avvicina e spinge la mano allora si è stabilito un contatto: si può procedere cautamente con qualche carezza e buffetto mirato.

Dove accarezzare il cane

Il cane adora le carezze ma non dappertutto, ad esempio muovere la mano su testa, muso e zampe è considerato al pari di un’intrusione e una minaccia. Anche il cane di affezione non lo ama particolarmente e spesso lo tollera solo per amore: meglio spostare l’attenzione verso le parti più indicate come il petto, le spalle e la base del collo. Pancia e schiena sono spazi da non avvicinare anche se il cane si sdraia: il gesto non sempre indica una richiesta di coccole ma potrebbe segnalare disagio, paura e sottomissione.

Come accarezzare

Cane

Quando si è stabilito il giusto contatto si può procedere con le carezze, magari accucciando il corpo alla stessa altezza dell’amico, e muovendo la mano con calma, seguendo la direzione del pelo. Il contatto deve risultare lento, pacifico, rilassante e benefico per entrambi senza movimenti improvvisi e nervosi che il quadrupede potrebbe avvertire e quindi temere.

I segnali di stress e abbracci

Durante la fase di interazione, è importante osservare i segnali lanciati dallo stesso cane, in grado di indicare il livello di gradimento della pratica, veri e propri campanelli di allarme. Se il cane si struscia e si appoggia, allora comunica piacere e interesse nei confronti delle carezze ricevute da un estraneo, invece è bene interrompere se si lecca la bocca, sbadiglia, volge lo sguardo altro e piega indietro le orecchie. In questo caso Fido comunica angoscia e stress. Anche l’abbraccio non è mai indicato, perché il cane si sente bloccato e impossibilitato a muoversi, una sorta di minaccia che non tollera e non gradisce.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!