Cane abusato e depresso fissa il muro

Cane abusato e depresso fissa il muro

La triste storia di un cane abusato e maltrattato: salvato e portato in rifugio, per giorni ha fissato il muro depresso e impaurito dall'uomo.

È una storia davvero triste, quella che vede protagonista un cane abusato e maltrattato. L’animale, ripreso in video dopo il suo salvataggio, risulta talmente depresso e sconsolato, tanto da rimanere immobile di fronte a un muro, spaventato da tutto quello che lo circonda. Il filmato, divenuto virale, ha voluto sensibilizzare sulla violenza che, purtroppo, ancora oggi subiscono gli amici a quattro zampe.

La vicenda risale ormai allo scorso anno, anche se negli ultimi giorni ha acquisito una nuova rilevanza virale. Il tutto accade in Irlanda, dove una cagnolina spaesata è stata rinvenuta in quel di Kilkenny. Salvato dalla Paws Animal Rescue locale, l’animale è apparso denutrito, maltrattato, depresso e poco avvezzo al contatto con l’uomo. Non appena è stata portata in rifugio, la cagnolina si è quindi rifugiata in un angolo del suo box, poggiando il naso contro la parete e fissando a lungo il muso.

L’animale, ribattezzato Angel perché “un vero angelo caduto dal cielo”, dopo diverse ore di desolazione ha trovato conforto in un altro esemplare abusato e, nel giro di pochi giorni, ha cominciato a interagire con l’uomo. Finalmente Angel si è sentita amata e pronta a fidarsi dei compagni umani, dopo soprusi e maltrattamenti subiti proprio per mano degli esseri umani.

Seguici anche sui canali social