Cane abbandonato con un biglietto: “Aiutatemi”

Cane abbandonato con un biglietto: “Aiutatemi”

Fonte immagine: Pixabay

Un cane è stato legato a un albero e abbandonato: insieme all'animale un biglietto, una richiesta d'aiuto per un proprietario in difficoltà.

È stato trovato legato a un albero, con un biglietto lasciato dai suoi proprietari. È questa la triste storia di un cane statunitense, abbandonato dai suoi compagni umani forse perché non più in grado di provvedere economicamente al suo benessere. Le associazioni, tuttavia, ricordano: non è necessario abbandonare un quadrupede quando non è più possibile prendersene cura, è sufficiente recarsi al canile oppure ai rifugi predisposti per accogliere gli amici a quattro zampe.

Il cane, una femmina meticcia simile ai Pit Bull, è stata rinvenuta in un parco di Norwalk, nel Connecticut. Notato da alcuni passanti, il cane si trovava legato a un albero con un guinzaglio e presentava un biglietto destinato ai salvatori dell’animale. Il biglietto, sul quale capeggiava la frase “per favore, aiutatemi”, conteneva alcune informazioni sul quadrupede: si è così scoperto come l’esemplare abbia tre anni e risponda al nome di Annabel.

A chiunque ami i cani. È un cane meraviglioso ed educato. Il 12 agosto avrà 3 anni, è socievole con gli umani e gli altri cani, ha un cuore d’oro. Non posso più permettermela. Per favore, aiutatemi.

Sul caso sta indagando la polizia e, così come già annunciato, gli agenti sono sicuri che si sia trattato di un abbandono dovuto a cause di forza maggiore, così come si evince dal biglietto. Tuttavia, la strada dell’abbandono non è quella ideale quando l’accudimento di un quadrupede supera le proprie possibilità economiche: il cane potrebbe essere esposto a pericoli, contribuire a ingrossare le fila del randagismo o, ancora, provocare incidenti stradali.

Quando accudire un cane non è più opzione, ad esempio a causa delle condizioni economiche oppure per ragioni di salute, sono molte le associazioni e le strutture pronte ad accoglierlo. Accompagnare l’animale al canile o al rifugio lo aiuterà a vivere in un ambiente protetto e a trovare, un giorno, una nuova famiglia. Ancora, esistono numerose realtà locali che aiutano i proprietari in difficoltà, con donazioni in cibo e cure veterinarie gratuite.

Fonte: New York Post

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!