• GreenStyle
  • Pets
  • Cane: 5 soluzioni per tranquillizzarlo quando è solo

Cane: 5 soluzioni per tranquillizzarlo quando è solo

Cane: 5 soluzioni per tranquillizzarlo quando è solo

Fonte immagine: Unsplash

Lasciare il cane a casa crea ansia nei proprietari, ma è possibile adottare 5 soluzioni per tranquillizzare il quadrupede: ecco quali sono.

L’idea di lasciare il cane a casa da solo è un vero tormento per il proprietario, che vorrebbe trascorrere con lui l’intera giornata: la solitudine può creare una forte angoscia, in particolare se l’amico non ama stare da solo e soffre dell’ansia da separazione. Ma quando gli impegni e il lavoro incombono, è importante escogitare soluzioni alternative, una serie di strategie utili al benessere del quadrupede anche in assenza dell’amico umano.

Sgambata

I cani amano sonnecchiare anche tutto il giorno, ma la solitudine forzata potrebbe rattristarli, anche se è una conseguenza diretta dagli impegni lavorativi del proprietario. Un’uscita pre-lavorativa potrebbe rendere meno deprimente l’attesa, magari una bella e lunga passeggiata con tanto di corse e rotolamenti in aree sicure. Una strategia utile per sfogare l’energia accumulata e lo stress, così da rasserenare l’animo di Fido permettendogli di rilassarsi in attesa del rientro del proprietario. Basterà anticipare la sveglia di 30 minuti, uno sforzo più che lecito in favore di una buona causa.

Area personale

Cane e tessuto

Meglio non lasciare il cane da solo in giardino e neppure rinchiuso all’interno di un box, invece una stanza personalizzata potrebbe fare al caso suo. Un’area circoscritta ma spaziosa dove possa accedere al cibo e all’acqua, quindi sgambare se necessario, senza sentirsi recluso. Una traversina appoggiata per terra potrebbe risultare utile in caso di necessità impellenti, come la presenza di una TV o di una radio accesa che possano fargli compagnia.

Giochi per intrattenerlo

Qualche gioco potrebbe risultare necessario per spezzare la noia, come ad esempio il classico Kong, dove poter inserire crocchette e biscottini o dove spalmare del cibo umido. Potrebbe risultare necessario creare una sorta di piccola caccia al tesoro, nascondendo qualche crocchetta in aree sicure ma non facilmente accessibili: una soluzione che possano impegnare Fido per qualche ora.

Telecamere di sorveglianza

Cane

La tecnologia corre in aiuto dei proprietari dei cani, ad esempio con una piccola telecamera interna di sicurezza, una presenza che possa permettere di monitorare l’amico anche dall’ufficio. Lasciando il PC di casa accesso si può anche chattare con Fido, basta creare un account Skype abilitando la risposta automatica.

Finestra

La presenza di una finestra chiusa ma accessibile alla vista potrebbe offrire al cane un po’ di svago, permettendogli di osservare il mondo circostante. Perfetta anche la possibilità di accedere al balcone o al giardino, l’importante è che risultino spazi sicuri, protetti, senza la possibilità di accesso da parte di terzi e con l’opzione di rientro sicuro all’interno dell’abitazione. Mai lasciare il cane chiuso sul balcone o fuori in giardino: una condizione sicuramente non di sicurezza e non idonea per la sua salute.

Tempo di qualità

Cane

Al rientro basterà trascorrere insieme più tempo possibile, magari effettuando una lunga passeggiata per le aree verdi di zona, così da garantirgli la possibilità di scaricare lo stress immagazzinato. Maggiori saranno le attenzioni e le coccole che il cane potrà ricevere, migliori le possibilità di separarsi senza grandi traumi. Ma se la problematica dovesse risultare ostica è indispensabile coinvolgere un educatore, che potrà suggerire trucchi e strategie da mettere in atto facilmente.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!