Cane: 5 modi con cui comunica lo stress

Cane: 5 modi con cui comunica lo stress

Fonte immagine: Pixabay

Il cane comunica le sue emozioni attraverso il linguaggio del corpo insieme a gesti e versi, una strategia che utilizza anche per indicare ansia e stress.

Il cane non comunica attraverso le parole, ma cerca di trasmette i suoi bisogni tramite una serie di soluzioni alternative quali versi, mugolii e con il linguaggio corporeo. Le sue emozioni traspaiono attraverso il suo modo di essere: sia quelle positive che quelle negative, passando per le comunicazioni legate all’ansia e allo stress. Questo ultime, in particolare, possono condizionare l’esistenza dell’animale e la sua serenità personale, oltre a destabilizzare l’equilibrio casalingo. Cercare di intercettare i segnali è una necessità, così da supportare il quadrupede nel recupero del suo benessere personale, sia fisico che mentale.

Tremori e deiezioni

Tra i segnali più chiari legati all’ansia possiamo individuare i tremori, ovvero un movimento incontrollato dei muscoli e del corpo. L’amico potrebbe mostrarli anche in una condizione di eccitazione e gioia, ma solitamente il tremore è sinonimo di paura ed è spesso accompagnato da un comportamento timoroso e dimesso. A questo potrebbe unire un rilascio inconsapevole delle deiezioni perdendo il controllo della vescica o dell’intestino, un incidente non voluto e che può accadere anche al cane più ubbidiente.

Lamento

Cani orecchie

Il lamento potrebbe apparire come un atteggiamento simpatico e messo in atto per attirare attenzione: i cuccioli vi fanno ricorso con le madri quando hanno bisogno delle cure e della sua presenza. Per questo motivo è meglio non sottovalutare questo genere di comunicazione, perché potrebbe nascondere ansia e stress, una richiesta di aiuto nei confronti di una situazione che non riescono a gestire e che li spaventa. Un esempio è la visita di routine dal veterinario, una condizione che causa disagio e spavento, un sentimento che viene espresso attraverso il lamento ed i vocalizzi.

Espressione e coda

Difficile resistere allo sguardo lacrimoso di un cane, una tecnica che l’amico mette facilmente in campo per catturare il cuore di chi lo osserva. I cuccioli ne sono esperti ma il comportamento potrebbe anche indicare una condizione di ansia che il cane sta subendo, come il gesto di nascondere la coda tra le gambe. Quest’ultimo è un comportamento molto diffuso che Fido utilizza come richiesta per non subire violenze o per segnalare una condizione di paura, una regola comportamentale che definisce la sua condizione di disagio. In questo modo il cane cerca di rimpicciolirsi agli occhi di chi lo osserva così da proteggersi e difendersi.

Nascondiglio

Cani occhio

Nascondersi è il modo più veloce per comunicare ansia, una tecnica utilizzata dal cane quando risulta fortemente spaventato. Un esempio sono i temporali oppure i fuochi d’artificio, che scatenano nell’amico una reazione incontrollabile spingendolo a cercare un rifugio per proteggersi, oppure reagendo con veri e propri attacchi di panico che possono incidere anche sulla salute dell’animale.

Cercano protezione

Non solo ci proteggono ma cercano conforto, accucciandosi accanto al corpo del proprietario dichiarando così la loro condizione di paura. Meglio evitare rimproveri e sgridate ma prestare subito al quadrupede la protezione richiesta, cercando di creare un ambiente rilassato e coccolandolo così da rasserenarlo. Se lo stress dovesse apparire eccessivo è importante chiedere supporto al veterinario, che potrà suggerire il rimedio e la soluzione più consona.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!