Canada: inizia la mattanza dei cuccioli di foca

Canada: inizia la mattanza dei cuccioli di foca

Canada: è partita la mattanza di cuccioli di foca, tristemente molto ambiti per il loro manto candido come la neve, barbaramente uccisi a bastonate

Canada: il Golfo di San Lorenzo, lungo le coste del Canada sud orientale, diventa nuovamente scenario di morte e sangue. Come ogni anno si ripete la crudele mattanza dei cuccioli di foca ad opera di cacciatori brutali e aggressivi.

I piccoli animali, che vivono con le madri sopra i lastroni di ghiaccio del Golfo, vengono raggiunti con delle piccole barche. I cacciatori, ormai un piccolo ma pericoloso manipolo di superstiti, agisce sfruttando lo scioglimento precoce dei ghiacci.

La morte dei cuccioli di foca è atroce, vengono colpiti ripetutamente con degli arpioni per impedire che la pelliccia si rovini. Il più delle volte il manto viene tolto dal vivo, quando il cucciolo è ancora agonizzante, imbrattando di sangue il candore dei ghiacci.

La pratica del tutto barbara e inutile si ripete costantemente, con il silenzio assenso del Governo Canadese che ne supporta economicamente l’azione. Nonostante il calo di richieste di pellicce di foca e di carne, quest’ultima bandita da Stati Uniti, paesi UE e recentemente dalla Russia, la mattanza si ripropone con frequenza.

Questa violenza gratuita sta mettendo a repentaglio l’intera specie che appare sempre più esigua, e l’ecosistema circostante il quale subirebbe un drammatico danno in caso di estinzione delle foche.

Seguici anche sui canali social