Cambiamenti climatici: Parlamento UK dichiara lo Stato di Emergenza

Cambiamenti climatici: Parlamento UK dichiara lo Stato di Emergenza

Il Regno Unito ha ufficializzato lo Stato di Emergenza Climatica, approvato in Camera dei Comuni.

Il Parlamento di Sua Maestà ha riconosciuto in via ufficiale lo Stato di Emergenza climatica. Si tratta dal primo atto ufficiale da parte della Camera dei Comuni britannica, che ha approvato la mozione laburista presentata dal capo del partito Jeremy Corbyn. Un successo non soltanto politico, ma anche per gli ambientalisti e quei movimenti nati negli ultimi mesi per chiedere ai governi mondiali un cambio di rotta a beneficio del Pianeta.

La dichiarazione di Stato di Emergenza climatica rappresenta un passo importante per l’opposizione laburista al governo Tory, oltre che essenziale al fine di perseguire anticipatamente l’obiettivo di emissioni zero (attualmente fissato al 2050) e di puntare in maniera decisa sulle fonti rinnovabili. L’iniziativa di Corbyn ha ottenuto anche il supporto “morale” del ministro dell’Ambiente Michael Gove, che tuttavia non ha appoggiato la mozione.

Si tratta in ogni caso di un segnale importante, che potrà in futuro trasformarsi in un’arma in più contro i negazionisti dei cambiamenti climatici. Come ha dichiarato Corbyn parlando ai molti ambientalisti radunatisi fuori del Parlamento britannico:

Questo può essere l’inizio di una serie di azioni. Prendiamo l’impegno di lavorare con altri Paesi per allontanare la catastrofe climatica e per rendere chiaro a Donald Trump che non può ignorare gli accordi internazionali.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Azioni dell’uomo contro il cambiamento climatico