Cambiamenti climatici, Papa Francesco: mettono in crisi la civiltà

Cambiamenti climatici, Papa Francesco: mettono in crisi la civiltà

Papa Francesco torna a parlare dei cambiamenti climatici in occasione della conferenza internazionale 'sull’equilibrio del mondo' in corso a L’Avana, Cuba.

Papa Francesco torna a parlare di clima e cambiamenti climatici in occasione del messaggio per la conferenza del progetto José Martì di Solidarietà Internazionale, in corso dal 28 al 31 gennaio presso il Palacio de Convenciones a L’Avana, a Cuba. Alla conferenza, sostenuta anche dall’Unesco, 600 delegati da tutto il mondo stanno affrontando tematiche sociali come il ruolo della donna e dei giovani nella società e ambientali.

Nel suo messaggio Bergoglio, a tal proposito, ha ribadito come i cambiamenti climatici, con l’innalzamento globale delle temperature e gli effetti devastanti che esso comporta, sono principalmente conseguenza dell’azione dell’uomo. Papa Francesco ricorda, citando la sua enciclica Laudato sì, che:

L’ambiente umano e l’ambiente naturale vanno di pari passo e possono degradarsi insieme. Il degrado ambientale non può essere adeguatamente affrontato se non comprendiamo le cause che hanno a che fare con il degrado umano e sociale. (…) Coloro che sono coinvolti nella difesa della dignità delle persone possono trovare nella fede cristiana le ragioni più profondi di questo impegno.

Papa Francesco ripropone così la sua visione di ecologia integrale in cui ambiente naturale e ambiente umano sono intrinsecamente legati. Il messaggio del Pontefice si conclude con una citazione dello stesso Martì che appare un insegnamento:

Tutti gli alberi della terra si ritroveranno in uno solo che darà per sempre un profumo molto soave: l’albero dell’amore, con rami così robusti e copiosi, che alla sua ombra tutti gli uomini si rifugeranno, sorridenti e in pace.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Azioni dell’uomo contro il cambiamento climatico