Cambiamenti climatici, Congresso USA contro Trump: agiremo sulla crisi

Cambiamenti climatici, Congresso USA contro Trump: agiremo sulla crisi

Fonte immagine: Gage Skidmore

Il Congresso USA sconfessa la posizione di Donald Trump e assicura i Paesi della COP25 riguardo l'impegno degli Stati Uniti contro i cambiamenti climatici.

La decisione di Trump di abbandonare gli Accordi di Parigi non impedirà agli USA di impegnarsi per salvare il clima. Ad affermarlo la delegazione del Congresso statunitense alla COP25 di Madrid, guidata dalla US House Speaker Nancy Pelosi, che pur non rivestendo ruoli formali al Summit ha voluto ribadire che lo Stato nordamericano farà la sua parte, insieme agli altri Paesi, contro i gas serra responsabili dei cambiamenti climatici.

Le posizioni più volte espresse da Donald Trump non impediranno agli USA di impegnarsi nella salvaguardia del Pianeta dai cambiamenti climatici e dall’inquinamento ambientale. Ha sottolineato Nancy Pelosi:

L’impegno del Congresso USA ad agire in merito alla crisi climatica è ferreo. Si tratta di un problema di salute pubblica, di aria pulita, di acqua pulita, dei nostri figli, della sopravvivenza delle nostre economie, della prosperità del mondo, di sicurezza nazionale, di giustizia ed equità. Dobbiamo ora provvedere a tagli maggiori nelle emissioni.

Un intervento arrivato dopo le forti polemiche sollevate da alcuni Stati presenti alla COP25, che hanno sottolineato la rabbia per aver visto sconfessare e abbandonare gli Accordi di Parigi da parte del Presidente Trump. Sulla questione è intervenuto anche António Guterres, Segretario Generale dell’ONU, che ha criticato fermamente la posizione di quello che risulta essere il secondo emettitore mondiale dopo la Cina:

Vediamo già un forte impegno da parte di molti governi e della comunità finanziaria e degli affari. Il problema è che i più importanti inquinatori, i Paesi con le maggiori [emissioni di] gas serra stanno tardando indietro.

Riguardo invece la posizione dell’UE e i piani comunitari per un taglio drastico alle emissioni al 2030 Guterres si è dichiarato soddisfatto. Lo stesso Segretario Generale dell’ONU ha auspicato un pari impegno da parte di Cina, Stati Uniti, India e Giappone.

Fonte: The Guardian

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra