Caldo record in arrivo: Centro-Nord oltre i 40 gradi, come difendersi

Caldo record in arrivo: Centro-Nord oltre i 40 gradi, come difendersi

In arrivo temperature al Centro-Nord anche oltre i 40 gradi, i consigli del Ministero della Salute per difendersi dalle ondate di calore.

Il grande caldo estivo è ormai in arrivo. Secondo i meteorologi l’ultima settimana di giugno sarà contraddistinta da temperature intorno, quando non superiori, ai 40 gradi centigradi. Un primo assaggio di quelli che saranno gli anticicloni tipici dell’estate, che in questo caso interesserà in misura maggiore il Centro-Nord d’Italia. Un’ondata di calore proveniente dall’Africa che ha fatto scattare le prime misure di sicurezza per la salute pubblica.

Le città più a rischio durante la prossima ondata di calore dovrebbero essere Milano, Torino, Roma, Bologna, Rieti, Frosinone e Sassari. Non solo però, se qui sono attese temperature compresa tra i 37 e i 40 gradi in altre zone il caldo potrebbe risultare anche maggiore. A questo proposito sono stati diffusi dal Ministero della Salute alcuni consigli utili per difendersi, validi soprattutto, ma non solo, per le categorie considerate “sensibili” come malati cronici, anziani e bambini.

Il primo consiglio del Ministero della Salute è quello di evitare di uscire di casa, se non strettamente necessario, tra le 11 e le 18. Rimanere al fresco entro le mura domestiche è un modo sicuro di affrontare le ore più calde della giornata, spiegano gli esperti, che in caso di uscita forzata consigliano l’utilizzo di occhiali da sole e di un cappello (possibilmente di colore chiaro). Anche per il resto dell’abbigliamento si consigliano colorazioni tendenti al bianco o comunque molto chiare, oltre a tessuti leggeri in cotone o lino.

Nelle ore più calde va evitata anche l’attività fisica o lavori particolarmente pesanti, soprattutto se all’aperto. Al contrario si consigliano docce rinfrescanti, anche più volte al giorno, o comunque lavarsi con acqua fresca il viso e le braccia. Importante anche una corretta idratazione, che nei periodi più caldi dovrà essere superiore rispetto ai mesi invernali o primaverili.

Per quanto riguarda invece l’ambiente domestico o lavorativo meglio chiudere le finestre nelle ore diurne, utilizzando se disponibili tapparelle e tende. Il ricambio dell’aria potrà essere fatto la mattina presto o dopo il tramonto. In caso di utilizzo di condizionatori permetterà inoltre di risparmiare energia alleggerendo il lavoro dell’apparecchio: da ricordare in tale eventualità che la temperatura impostata non dovrà essere inferiore ai 24-26 gradi, meglio se leggermente superiore, e che si dovrà provvedere periodicamente alla manutenzione e alla pulizia dell’elettrodomestico.

In caso di viaggio in auto, anche per brevi tratti, si consiglia di areare l’abitacolo prima di mettersi alla guida e in caso di parcheggio non lasciare nessuno in auto (persone o animali) nemmeno per pochi minuti. Attenzione ai metodi di conservazione dei farmaci e assicurarsi che le persone a rischio continuino a seguire le terapie mediche assegnate. Monitorare se necessario eventuali parenti o amici anziani sensibili al caldo, soprattutto se vivono da soli.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Antimuffa naturale fai da te