Caldo record in Alaska: il 4 luglio registrati 32,2 gradi

Caldo record in Alaska: il 4 luglio registrati 32,2 gradi

Alaska investito da forti ondate di calore: nuovo record registrato il 4 luglio 2019, con temperature fino a 32,2 gradi.

Il 4 luglio 2019 è stato il giorno più caldo di sempre in Alaska. Nella città di Anchorage la temperatura è arrivata a tocca i 32,2 gradi centigradi, ben oltre i 29,4 che corrispondevano al precedente record (registrato il 14 giugno 1969) e quasi il doppio della media stagionale (circa 18° C). A rendere noti i dati il servizio meteorologico statunitense.

Un’ondata di caldo che sembra destinata a imperversare ancora per qualche altro giorno sull’Alaska, coinvolgendo un territorio in parte situato all’interno del Circolo Polare Artico. Secondo le stime degli esperti durante la prossima settimana sono attese temperature massime anche di 15-20 superiori a quelle che sono le medie stagionali.

In Europa e in Italia i cambiamenti climatici hanno portato a record di caldo durante il mese di giugno 2019. Nella zona settentrionale italiana, così come in alcune zone di Francia, Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera e Austria le temperature registrate sono state superiori alle medie stagionali di 6-10 gradi centigradi.

Fenomeni come le ondate di calore saranno sempre più frequenti nei prossimi anni secondo Jean-Noël Thépaut, Head of the Copernicus Climate Change Service, proprio in relazione agli effetti dei cambiamenti climatici. Gli stessi mutamenti nel clima globale porteranno l’umanità al collasso entro il 2050: a sostenerlo uno studio presentato alcuni giorni fa dagli esperti del National Center for Climate Restoration.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra