Caldo e Natsubate: estate a rischio per milioni di italiani

Caldo e Natsubate: estate a rischio per milioni di italiani

Milioni di italiani a rischio Natsubate, cos'è e come combattere l'esaurimento estivo causato dal forte caldo.

Viene denominato Natsubate, ma si traduce con problematiche e altri disturbi causati dal grande caldo. Questa l’insolita diagnosi arrivata dal Giappone, più precisamente da Keiko Kamachi, docente di Nutrizione presso la Kagawa Nutrition University di Tokyo e dietologo. Secondo l’esperto all’interno di questa definizione rientrerebbero diversi sintomi, che interessano coloro che sono particolarmente sensibili alle ondate di calore.

Diversi i sintomi associati al Natsubate, definizione composta da “Natsu” (estate) e “Bate” (esausti), un vero e proprio fenomeno di “esaurimento estivo” che comporta spossatezza, letargia, problemi digestivi, crampi e colpi di calore. Un insieme di disturbi che secondo l’esperto deve essere combattuto soprattutto a tavola, con un’alimentazione corretta e regolare durante la giornata (un pasto ogni circa 3-4 ore).

Dieta corretta che comprende in primis il non saltare alcun pasto. Inclusi gli spuntini di metà mattinata e del pomeriggio, che dovranno essere leggeri, ma che garantiranno all’organismo di non rimanere senza “energia”. Snack che dovranno in ogni caso essere sani, evitando i cibi grassi, con molti zuccheri, quelli salati o le bevande alcoliche: oltre a fornire troppe calorie rappresenteranno un sovraccarico per l’apparato digestivo, con il rischio di aggravare il Natsubate.

Da non sottovalutare poi durante la giornata il ricorso a frutta e verdura, che forniranno un prezioso carico di nutrienti, vitamine e sali minerali che supporteranno le necessità dell’organismo. Importante per mangiare sano d’estate è non far mancare l’apporto di calcio, magnesio, potassio e carboidrati (complessi). Questi ultimi è consigliato arrivino da cereali integrali, così da offrire anche un apporto di fibre naturali.

Non bisogna infine dimenticare che alla base di una dieta sana c’è il soddisfare il fabbisogno quotidiano di acqua, che crescerà in funzione dell’incremento delle temperature esterne e dell’umidità ambientale. È consigliato infine variare per quanto possibile gli alimenti portati a tavola, così da non stancarsi e rischiare di cedere alle tentazioni di cibi poco salutari.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Roberto Pasi – Beeing