Calcestruzzo sostenibile con lievito di birra e acqua ossigenata

Calcestruzzo sostenibile con lievito di birra e acqua ossigenata

Fonte immagine: Concrete / Shutterstock

I ricercatori del centro ENEA hanno inventato un nuovo calcestruzzo ecologico con una miscela di lievito di birra e acqua ossigenata.

I laboratori ENEA hanno creato un nuovo cemento bio che unisce rispetto per l’ambiente e risparmio energetico. Una scoperta innovativa ad opera del team di ricercatori del reparto Bioenergie, Bioraffinerie e Chimica Verde, (Centro Ricerche Trisaia) e del laboratorio Biosicurezza e Stima del rischio, (Centro Ricerche Casaccia) dell’ente nazionale.

L’idea di creare un calcestruzzo ecologico e sostenibile è nell’aria da tempo, ma oggi è diventata realtà. Il calcestruzzo aerato autoclavato viene indicato come più leggero, senza però perdere in termini di resistenza alla compressione. La parte non sostenibile del calcestruzzo era legata alla creazione dei pori interni, realizzati con la polvere di alluminio.

I ricercatori sono intervenuti proprio su questo problema e hanno creato una miscela ecologica che sostituisce la polvere di alluminio con il lievito di birra mischiato all’acqua ossigenata: il prodotto è così leggero, ma mantiene tutte le caratteristiche della versione precedente. Anzi, si aggiunge l’incredibile resistenza al fuoco.

Piero De Fazio della Divisione Bioenergie, Bioraffinerie e Chimica Verde di ENEA ha dichiarato che sebbene l’innovazione sia ancora di nicchia ha grandi potenzialità: i vantaggi economici sono molti come l’abbattimento delle spese energetiche e dei costi di gestione dell’impianto in termini di sicurezza.

Seguici anche sui canali social