Caffè: tumori, OMS inserisce la bevanda tra i sospettati

Caffè: tumori, OMS inserisce la bevanda tra i sospettati

Nuova possibile allerta dall'OMS, a finire sotto i controlli dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sarà il caffè.

Anche il caffè tra gli alimenti sospettati di provocare il cancro. Nel corso delle sue indagini l’OMS sembrerebbe aver posto sotto la lente d’ingrandimento la popolare bevanda, alla quale sarebbe stato assegnato il livello “2B” corrispondete ai cibi “Forse cancerogeni”.

Sono previste ulteriori indagini da parte dell’OMS in merito alla presunta pericolosità del caffè, come di altre popolari bevande tra cui e Yerba mate, per il prossimo maggio. A occuparsene sarà lo IARC (Associazione Internazionale per la Ricerca sul Cancro), come accaduto per la carne rossa processata o fresca.

La data di presentazione del rapporto sul rischio tumori in relazione al caffè è fissata per la settimana che andrà dal 24 al 31 maggio 2016. Si è chiusa il 25 settembre la raccolta dati da parte degli esperti che saranno chiamati a valutare la pericolosità della bevanda, mentre ci sarà tempo fino al 22 aprile 2016 per le ulteriori segnalazioni, aperte a chiunque.

Prima del rapporto sul livello di pericolosità associato a “Caffè, matè e altre bevande molto calde” è atteso un documento che indicherà il grado di cancerogenità di alcuni agenti chimici utilizzati nel settore industriale.

L’annuncio segue la diffusione dell’allerta tumori per la carne rossa processata, tra cui figurano ad esempio insaccati e salumi, alla quale è stato associato il livello di rischio 1 (massima pericolosità) equivalente a “Evidenza sufficiente riscontrata nell’uomo. Stabilita una relazione causale”.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Crema viso antirughe fai da te