• GreenStyle
  • Salute
  • Caffè, bevuto prima della colazione aumenta il rischio diabete

Caffè, bevuto prima della colazione aumenta il rischio diabete

Caffè, bevuto prima della colazione aumenta il rischio diabete

Consumare una tazza di caffè appena svegli potrebbe non essere il modo migliore di affrontare la giornata, ecco perché secondo uno studio UK.

Iniziare la giornata con una tazza di caffè potrebbe non essere la scelta ideale. Almeno se si vuole ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. A sostenerlo i ricercatori del Centre for Nutrition, Exercise & Metabolism at the University of Bath, nel Regno Unito. Secondo lo studio britannico, pubblicato sulla rivista British Journal of Nutrition, il rischio è di incorrere in alterazioni nella gestione del glucosio.

Consumare una tazza di caffè appena svegli è un rimedio naturale comune per affrontare i “postumi” di una notte di scarso riposo. Non la mossa migliore dal punto di vista metabolico secondo gli studiosi britannici. Allo scopo di valutarne l’impatto effettivo i ricercatori della University of Bath hanno chiesto a 29 partecipanti (uomini e donne), di sottoporsi a queste tre modalità di riposo.

La prima prevedeva un sonno normale seguito da una bevanda zuccherata (volume calorico corrispondente alla loro solita colazione) al risveglio. La seconda un sonno frammentato (svegliati dai ricercatori ogni ora per 5 minuti) e al risveglio la bevanda zuccherata. Durante la terza fase stessa interruzione del riposo prevista nel secondo caso, ma con il consumo di una tazza di caffè mezz’ora prima della bevanda zuccherata.

Al termine di ciascuna fase dello studio sono stati prelevati dei campioini di sangue dai volontari. In base ai risultati ottenuti, i ricercatori hanno concluso che non è sufficiente una singola notte di sonno irregolare per compromettere la gestione del glucosio da parte dell’organismo.

Caffè e metabolismo del glucosio, le conclusioni

Laddove non arriva la scarsa qualità del sonno arriverebbe però il caffè. Secondo gli studiosi berne una tazza prima di mangiare incrementa la risposta di glucosio nel sangue del 50%. Ha dichiarato il Prof. Harry Smith, Department for Health della University of Bath e autore principale dello studio:

Questi risultati mostrano che una singola notte di sonno frazionato non peggiore la condizione dei partecipanti in termini di risposta di glucosio/insulinica all’assunzione di bevande dolci rispetto a una notte di sonno naturale. Il che è rassicurante per molti di noi. Ad ogni modo, cominciare con un caffè la giornata dopo aver dormito male ha un effetto negativo sul metabolismo del glucosio.

In base a questo le persone dovrebbero cercare di bilanciare i potenziali benefici stimolanti della caffeina al mattino con il potenziale incremento dei livelli di glucosio nel sangue e potrebbe rivelarsi più utile bere caffè dopo la colazione piuttosto che prima.

Fonte: British Journal of Nutrition

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: decima lezione