Burberry, Zara e L’Oreal: addio alle buste di plastica

Burberry, Zara e L’Oreal: addio alle buste di plastica

Fonte immagine: gonghuimin468 / Pixabay

Alcuni grandi marchi di moda hanno deciso di impegnarsi in un accordo per la riduzione delle buste di plastica destinate allo shopping.

Si sta diffondendo una maggiore consapevolezza sul problema rappresentato dalle buste di plastica in termini di sprechi e di inquinamento. Ecco perché alcuni grandi marchi, come Burberry, Zara e L’Oreal, hanno deciso di impegnarsi concretamente contro il ricorso eccessivo proprio alle buste di plastica.

Questi grandi marchi hanno deciso di ridurre il loro sistema di imballaggio, in modo da mettere a disposizione per lo shopping dei clienti una sempre più affermata riduzione delle buste di plastica. Il tutto è stato sancito da un accordo specifico che si chiama New Plastics Economy.


 

In particolare 250 aziende hanno deciso di aderire a questo patto, che ha alcuni importanti obiettivi. Non si tratterebbe infatti soltanto di ridurre l’impiego della plastica negli imballaggi, ma anche di impegnarsi nella produzione di buste che possano essere riciclate e utilizzate varie volte.

Il New Plastics Economy si è avvalso anche della collaborazione con le Nazioni Unite e per questo assume ancora più importanza. Il problema della plastica è davvero in forte crescita. La plastica monouso, così come anche gli imballaggi utilizzati per lo shopping, finiscono spesso ad aumentare la quantità dei rifiuti.

Se dispersi nell’ambiente, questi rifiuti non riciclabili rappresentano un danno incalcolabile che mette a dura prova l’ecosistema del nostro pianeta. Proprio per questo motivo queste importanti imprese hanno deciso di agire nel dare un aiuto all’ecosostenibilità.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Opera2030 Open Day II “Truth News and Good Actions”