Bucato green: le noci del sapone funzionano?

Bucato green: le noci del sapone funzionano?

Tra le tante opzioni per un bucato ecologico, una delle possibilità più diffusa è quella delle noci del sapone: ma funzionano?

Una delle attività domestiche meno “green” è senza dubbio il bucato. Questo per colpa di saponi detergenti inquinanti, uniti all’utilizzo dell’acqua e, nel caso più comune, di energia per avviare la lavatrice.

Di soluzioni per ridurre l’impatto ambientale delle operazioni di lavaggio dei nostri indumenti ne esistono però tante. Se n’è già parlato tanto, ma vale la pena aggiungere qualche nuova “idea”. Ad esempio, l’aceto risulta un ottimo ammorbidente (anche se funziona meglio dopo alcuni lavaggi, quando i resti dei vecchi ammorbidenti vengono spazzati via dalle fibre dei tessuti). Ovviamente stiamo parlando di aceto di vino bianco od al massimo aceto di mele: evitate aceti balsamici o aceti rossi.

Per quanto riguarda il detersivo da utilizzare, esistono molte marche di detersivi “biologici” che dovrebbero garantire una quantità d’inquinamento minimo – tra di essi buon successo ha avuto il perborato.

Fra le opzioni più pubblicizzate abbiamo senza dubbio le noci del sapone. Si tratta dei frutti essiccati di Sapindus Mukorosso, ricchi di saponina. Inseriti nel cestello della lavatrice, dentro un sacchetto di cotone, garantiscono un buon lavaggio del bucato. In caso di sporco più intenso, si consiglia comunque in caso di sporco intenso di prelavare con sapone di marsiglia e/aggiungere un po’ di perborato.

Si tratta di una soluzione economica ed estremamente ecologica. Oltretutto il mercato delle noci del sapone è fondamentalmente basato su Commercio EquoSolidale. Insomma un detersivo verde ed equo, quasi un must per ogni abitazione “green”.

Eppure, accanto ai tanti articoli positivi, non mancano sul web le le voci critiche. In particolare, su questa pagina di un forum si era aperta una discussione che metteva totalmente in dubbio l’efficacia delle noci. In pratica, secondo quanto hanno detto molti utenti, l’impressione che le noci puliscano deriva dal fatto che un lavaggio in lavatrice senza detersivo pulisce già molto di più di quanto non si pensi.

Addirittura uno tra questi utenti avrebbe persino fatto un esperimento scientifico, per accertare il funzionamento o meno delle noci, con questi risultati:

Ovviamente ho usato macchine lavatrici standard (cioè quelle indicate in tutti i test ufficiali) ho usato acqua rigorosamente di durezza media (26°F) ed infine ho eseguito tre lavaggi usando lo stesso identico carico (quantità e tipologia di tessuto) in cui ho inserito delle pezze standard di WFK e di EMPA. Una con sporco artificiale cioè costruito apposta per verificare l’efficacia lavante in condizioni “pesanti” e l’altra con sporchi freschi (olio motore, curry, sangue, vino rosso eccetera). Tutti certificati.

Un lavaggio l’ho fatto con le noci, uno con l’acqua e basta e l’altro con il leader di mercato dei detersivi domestici in polvere.
Risultato: spiacente di deludere chi pensa che lavino dato che il dato, non solo visivo ma anche strumentale (lettura allo spettofotometro) hanno confermato che le noci lavano esattamente come l’acqua fresca mentre il detersivo commerciale ha tolto gran parte del sudiciume presente.

Ed il problema sarebbe che, come detto, anche l'”acqua fresca” pulisce, dando l’impressione di un buon funzionamento anche delle noci.

Esperienze personali di chi scrive, empiriche ma certamente non strumentali, parlano in realtà di una discreta capacità pulente, anche se non capace di sostituire un buon detersivo (anche ecologico). E va detto, che in caso di sporco poco intenso, in effetti, l’uso del sapone non è spesso così essenziale. E voi, avete utilizzato mai le noci? E come vi siete trovati?

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella