• GreenStyle
  • Pets
  • Brad Pitt parla della violenza sulle mucche da carne

Brad Pitt parla della violenza sulle mucche da carne

Brad Pitt parla della violenza sulle mucche da carne

Brad Pitt giustifica il suo Killing Them Softly parlando della violenza invisibile nel mondo, quale la barbarie della macellazione delle mucche.

Brad Pitt non è di certo nuovo alla difesa degli animali. L’abbiamo visto qualche settimana fa in compagnia del suo amato cane Jacques, un simpatico bulldog inglese,di cui si ripropongono le immagini nella gallery, e oggi ritorna agli onori della cronaca per la sua difesa della mucche da carne.

Secondo l’attore, reduce dal Festival di Cannes con il suo film Killing Them Softly, vi sarebbe troppa violenza in questo mondo. Intervistato proprio sulla Croisette, Pitt ha lasciato intendere come non siano solo i film di gangster a propinare violenza, ma anche tante situazioni quotidiane di cui non ci rendiamo conto. Una di queste è proprio la brutalità con cui le vacche da carne vengono uccise per l’industria di hamburger e fast food:

«La violenza è sicuramente una parte accettata del mondo gangster. Ho fatto più fatica a recitare il ruolo di un razzista che a sparare in volto a qualcuno.

Ma non avete mai visto macellare una mucca? È molto più brutale e violento. Viviamo in un mondo davvero violento.»

Queste le parole del bellissimo compagno di Angelina Jolie. Certo, con queste dichiarazioni Pitt ha voluto giustificare la crudeltà contenuta nel film che ha presentato a Cannes, ma difficile risulta dargli torto. La macellazione degli animali al giorno d’oggi è spesso davvero violenta, soprattutto quando avviene negli allevamenti intensivi. E violente sono anche le pratiche di nutrizione stessa di questi animali, basti pensare alle recenti polemiche sui maiali o sulle oche ingozzate fino allo sfinimento per il foie gras. E che dire, infine, delle immagini di barbarie che ogni giorno provengono dalla non troppo lontana Ucraina, con la sua mattanza di cani per Euro 2012. Insomma, come sottolinea Pitt, non serve essere degli spietati criminali per infliggere sofferenza ad altri esseri viventi.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Monitorano per un anno un faggio del Parco Nazionale d’Abruzzo