• GreenStyle
  • Pets
  • Bracconiere ucciso da un elefante e divorato dai leoni

Bracconiere ucciso da un elefante e divorato dai leoni

Bracconiere ucciso da un elefante e divorato dai leoni

Fonte immagine: Pixabay

Un bracconiere a caccia di rinoceronti è stato ucciso da un elefante, il suo corpo è stato poi divorato da alcuni leoni: succede in Sudafrica.

Un bracconiere è stato ucciso da un elefante e il suo corpo, abbandonato nella sterpaglia, è stato poi divorato dai leoni. È questa l’incredibile notizia che proviene dal Sudafrica, dove i resti del cacciatore – al momento non identificato – sono stati rinvenuti da alcuni dipendente del Parco Nazionale Kruger.

La conferma è giunta lo scorso venerdì dalle autorità del South African National Parks, con un annuncio pubblico a seguito del rinvenimento e della raccolta dei resti del bracconiere, tra cui il teschio e alcuni indumenti. Dalle ricostruzioni condotte dalla polizia locale, pare che la vittima e altri quattro complici nella notte di martedì avrebbero cercato di intrufolarsi a piedi all’interno delle zone protette del parco, rimanendo però vittime degli animali selvatici presenti.

A quanto pare, l’uomo si sarebbe introdotto nella riserva per cacciare dei rinoceronti, ma sarebbe stato calpestato da un furioso elefante, rimanendo a terra senza vita. Nei giorni successivi, il cadavere sarebbe quindi stato divorato da alcuni leoni, mentre i complici pare siano riusciti a fuggire dopo l’incidente. Così hanno spiegato i gestori del parco:

I dettagli trovati sulla scena suggeriscono che i resti dell’uomo siano stati divorati dai leoni.

Glenn Phillips, Managing Executive del Kruger National Park, ha così commentato la vicenda:

Entrare illegalmente e a piedi nel Parco Nazionale Kruger non è saggio, vi sono parecchi pericoli e quanto è accaduto lo dimostra.

Non è la prima volta che bracconieri e cacciatori di frodo finiscono vittime delle loro stesse prede. Il caso più eclatante è avvenuto nel luglio del 2018, quando un gruppo di uomini ha fatto irruzione all’interno di una riserva sudafricana alla ricerca di rinoceronti, finendo però nelle fauci di un gruppo di famelici leoni. Il bracconaggio oggi rappresenta la principale minaccia per le specie selvatiche in Africa, in particolare elefanti e rinoceronti, uccisi per avorio e corna: questi elementi sono molto richiesti sul mercato nero, sia per collezionismo che come rimedio per la medicina tradizionale asiatica.

Fonte: CBS News

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!