Botulino, sospetta presenza nella zuppa di verdure Esselunga

Botulino, sospetta presenza nella zuppa di verdure Esselunga

Fonte immagine: iStock

Allerta botulino per la zuppa di verdure e legumi venduta a marchio Esselunga, ecco i lotti interessati e come riconoscerli.

Diffusa dal Ministero della Salute un’allerta per la sospetta presenza di botulino in alcuni prodotti. Si tratta dalla zuppa di verdure e legumi venduta a marchio Esselunga, presso i punti vendita dell’omonima catena di supermercati. Come di consueto, nel documento ministeriale le informazioni utili per identificare le confezioni a rischio.

La zuppa di verdure e legumi Esselunga è venduta dalla stessa catena di supermercati. A produrre l’alimento è la Zerbinati Srl, con sede dello stabilimento in via Salmazza, 7 – 15032 Borgo San Martino (AL). Il lotto coinvolto dall’allerta botulino è il numero 20-113. Le confezioni del peso di 620 grammi, mentre la data di scadenza è fissata al 20-05-20.

Secondo quanto riportato sull’allerta del Ministero della Salute, per la sicurezza alimentare dei consumatori è indicato quanto segue:

Si prega di non consumare il prodotto, e riportarlo presso il punto vendita. Per informazioni contattare il Servizio Clienti Esselunga al numero verde 800666555.

Botulino, i sintomi

Il botulino è associato a una contaminazione causata dal batterio Clostridium botulinum. La malattia che ne deriva è definita botulismo. Alcuni dei sintomi più comuni per questa patologia sono lo sdoppiamento della vista e un visibile abbassamento della palpebra superiore. Si aggiungono la difficoltà a parlare, una intensa secchezza in bocca e in gola. Meno frequente la manifestazione di vomito, nausea e spossatezza.

Fonte: Ministero della Salute

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Four Seasons Natura e Cultura: camminare per la salute del corpo e della mente