• GreenStyle
  • Consumi
  • Botti di Capodanno, strage di animali. Colpiti 237 tra cani e gatti

Botti di Capodanno, strage di animali. Colpiti 237 tra cani e gatti

Botti di Capodanno, strage di animali. Colpiti 237 tra cani e gatti

237 vittime tra cani e gatti, questo il bilancio per il Capodanno 2012 diffuso dall'AIDAA. La maggior parte delle segnalazioni nel Sud Italia

I botti di Capodanno causano una nuova strage di animali. Cani e gatti in particolare pagano un carissimo prezzo: ben 237 gli esemplari uccisi. A rendere noto il triste bilancio è l’AIDAA, che sottolinea a ogni modo come il numero sia sostanzialmente dimezzato rispetto allo scorso anno, quando le vittime a quattro zampe erano state oltre 500.

Il bilancio fa riferimento purtroppo solo a cani e gatti, mentre molto più alte sono le cifre riguardanti gli animali in generale, per i quali si parla di alcune migliaia anche quest’anno. La maggior parte delle segnalazioni giunte all’AIDAA provenivano dal Sud Italia, in particolare dalla Campania.

Proprio il commissario regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, sottolinea come si sia assistito anche questa volta a una vera e propria strage di animali. La parte più triste è che per molte delle innocenti vittime del “divertimento” umano, in molti casi non si sia trattato di un incidente, ma di un sadico atto di crudeltà:

L’anno scorso -ha sottolineato- erano deceduti circa 800 animali in Campania a Capodanno, quest’ anno dai primi dati siamo arrivati a oltre 900: una strage. Molti cani e gatti sono morti in modo orribile investiti da fuochi, dalle macchine in corsa e addirittura con bengala o petardi legati alle code.


Il bilancio, rispetto ai precedenti dati a livello nazionale, sembra per certi versi essere migliorato. Non deve però essere considerato un risultato soddisfacente, specialmente se alle vittime tra gli animali vengono affiancate quelle umane. Festeggiare la fine dell’anno vecchio non può e non deve rappresentare sofferenza e dolore per nessuno, tanto meno se per un motivo così stupido come l’esplosione di un petardo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il parto in diretta di una rara giraffa di Rothschild